Spedizione gratuita da 50€
Consegna in solo 2-3 giorni lavorativi
Acquisto in contrassegno
Spedizione gratuita da 50€
Consegna in solo 2-3 giorni lavorativi
Acquisto in contrassegno

Memoria

Abbiamo 12 risultati per la tua selezione attuale

La memoria - il nostro centro di controllo

Una buona memoria ha molti vantaggi, sia nella vita professionale che nei rapporti sociali. Gli acidi grassi omega 3, la lecitina e il NADH svolgono un ruolo importante nel metabolismo del cervello. L'aminoacido L-tirosina, la rodiola rosea, il baco monnieri, l’ashwagandha e le vitamine del gruppo B aumentano l'energia mentale, l'attenzione e le prestazioni intellettive.

La memoria può essere supportata da sostanze vitali cerebrali attive come NADH, acidi grassi omega 3, L-tirosina o lecitina.

La memoria può essere supportata da sostanze vitali cerebrali attive come NADH, acidi grassi omega 3, L-tirosina o lecitina.

Una buona memoria ha molti vantaggi, sia nella vita professionale che nei rapporti sociali. Gli acidi grassi omega 3, la lecitina e il NADH svolgono un ruolo importante nel metabolismo del cervello. L'aminoacido L-tirosina, la rodiola rosea, il baco monnieri, l’ashwagandha e le vitamine del gruppo B aumentano l'energia mentale, l'attenzione e le prestazioni intellettive.

Nel linguaggio colloquiale, la memoria è la capacità di ricordare le cose. In medicina e in psicologia, per memoria si intendono più precisamente molte diverse funzioni cognitive del cervello.

Tali funzioni includono il pensiero e l'apprendimento, così come la capacità di concentrarsi, comprendere, astrarre e applicare le conoscenze, ma anche immaginare, pianificare e valutare retrospettivamente le proprie azioni.

Per fare tutto ciò si sviluppano nel cervello dei processi complessi. Gli esseri umani li imparano nel corso del loro sviluppo mentale e li espandono nel corso della vita.

Sintomi: quando la memoria non funziona più

Quasi tutti conoscono queste situazioni: al bancomat non riesci più a ricordare il PIN a quattro cifre. Oppure, mentre svuoti le borse della spesa, ti rendi conto che hai dimenticato il burro per cui eri andato a fare la spesa.

E come si chiamava il collega dell'altro dipartimento? Queste piccole perdite di memoria isolate non sono di per sé preoccupanti.

Forse non hai usato il tuo PIN per molto tempo e non eri davvero in forma quando sei andato a fare shopping. E il collega lo incroci spesso nel corridoio, ma non usi quasi mai il suo nome.

Tuttavia, se le mancanze di memoria si verificano frequentemente, compromettono la qualità della vita. Non puoi sempre salvarti improvvisando se non riesci a ricordare il nome della persona che ti sta di fronte.

È frustrante quando si dimentica costantemente quello che si stava per fare. Alla fine, l'insicurezza nel trattare con le altre persone aumenta e la fiducia nella propria capacità di agire nella vita professionale e privata diminuisce.

Cause e diagnosi del deterioramento della memoria

Allora è il momento di agire. Un medico deve chiarire se sono presenti cause organiche come la demenza incipiente o il morbo di Alzheimer. Secondo lo stato attuale della ricerca, queste gravi malattie non sono curabili.

Tuttavia, l'avanzare del decadimento cerebrale, che inizialmente distrugge la memoria a breve termine e nel successivo decorso della malattia attacca anche la memoria a lungo termine, può essere rallentato.

Bisogna comunque notare che non ogni dimenticanza è patologica e indica una demenza imminente o il morbo di Alzheimer. Spesso si tratta solo di una perdita della memoria temporanea.

La causa può essere un sovraccarico mentale permanente. Se la capacità di pensare è permanentemente messa alla prova con una moltitudine di informazioni diverse e se viene esercitata pressione per rispettare le scadenze o si ha paura di fallire, il risultato può essere la perdita di memoria. Si tratta di una sorta di meccanismo di protezione del cervello.

Anche sottovalutarsi o lo stress mentale unilaterale possono ridurre le prestazioni della memoria. La sottovalutazione riguarda spesso persone che si sono ritirate dalla vita lavorativa o che hanno pochi contatti lavorativi o sociali.

L'operaio che deve compiere la stessa azione per otto ore al giorno sperimenta una richiesta unilaterale sulla sua performance di memoria. Il suo pensiero analitico e astratto non è sufficientemente sollecitato.

Suggerimenti: allenare la memoria

L'allenamento può aumentare l'efficienza della memoria. Si possono imparare metodi adatti a ricordare quanti più fatti possibili in breve tempo. Il cosiddetto brain jogging allena la capacità di memoria in modo giocoso con compiti che coprono varie aree cognitive.

Tuttavia, una memoria ben funzionante si forma principalmente attraverso una stimolazione variegata. La domanda unilaterale e il sotto- o il sovraccarico della memoria stancano la mente. È quindi importante mantenere l'equilibrio e stimolare il cervello con esigenze diverse.

Ad esempio, chiunque risolva problemi teorici sul lavoro e usi la sua capacità di pensare in modo astratto e analitico e strategico dovrebbe rilassarsi mentalmente nel tempo libero e preferire attività che rappresentano un diverso carico cognitivo.

Attività adatte sarebbero, per esempio, sport come la danza, le arti marziali o gli sport di gioco, che con i loro complicati processi motori richiedono il massimo livello di concentrazione e allo stesso tempo compensano la mancanza di movimento sul lavoro.

Molte attività quotidiane possono aiutare a migliorare le prestazioni della memoria: imparare una lingua straniera o uno strumento, cantare in un coro, assistere e condividere spettacoli o concerti, scrivere lettere, fare lavori manuali o giocare a giochi strategici al computer mettono di fronte al cervello una grande varietà di esigenze.

Il vantaggio di tali attività, a differenza dell'allenamento in laboratorio, sta nella loro vicinanza alla vita. Invitano all'interazione sociale, hanno un valore aggiunto culturale, trasmettono significato e sono semplicemente divertenti.

L'uso della memoria diventa così un'esperienza gioiosa. La chiave per migliorare le prestazioni della memoria sta in uno stile di vita attivo.

Recuperare la memoria con sostanze vitali naturali

Per essere efficiente, il nostro cervello ha bisogno di molta energia e di alcuni grassi e amminoacidi provenienti dal nostro cibo.

Gli acidi grassi omega 3, il NADH(conosciuto anche come coenzima 1), la lecitina, la L-tirosina e la L-teanina sono sostanze importanti per il metabolismo del cervello.

Non sempre è possibile assorbire queste sostanze vitali in quantità sufficiente attraverso il cibo. Pertanto, può essere utile compensare le carenze con integratori alimentari appropriati, in modo da sostenere il metabolismo del cervello.


Categorie corrispondenti


Altre categorie che potrebbero piacerti

Categorie popolari

Prodotti visualizzati di recente