Glucosammina
  • Recommended by our Nutrition Scientists
    Arthrol

    Arthrol

    180 capsule
    39,90 €  *
    Spedizione gratuita 1
    Arthrol
    4.9
    (20)
  • Glucosamin Chondroitin Formula

    Glucosamin Chondroitin Formula

    180 capsule
    29,90 €  *
    Spedizione gratuita 1

Acquistare glucosammina: cosa occorre sapere!

Se desideri acquistare glucosammina, sei nel posto giusto. Da noi troverai Glucosammina Vegan di altissima qualità e purezza, garantita priva di additivi e come importante principio attivo per il nutrimento delle nostre articolazioni. Prima di ordinare capsule, polvere o compresse di glucosammina, qui puoi scoprire cosa occorre considerare.

La glucosammina è un componente naturale della cartilagine ed è coinvolta nella formazione del liquido sinoviale. La glucosammina è fondamentale per mantenere sana la cartilagine articolare e per consentire un movimento regolare e indolore delle articolazioni.

La glucosammina è anche responsabile per il mantenimento di una quantità sufficiente di liquido articolare e di una mobilità illimitata delle articolazioni. Perciò, questo micronutriente è particolarmente importante per gli atleti e per tutti coloro che hanno articolazioni particolarmente stressate.

L'auto-produzione dell'organismo diminuisce con l'avanzare dell'età, perciò l'assunzione di integratori di glucosammina favorisce al mantenimento di articolazioni sane.

Mantenere il movimento e la funzione delle articolazioni fluidi e indolori è possibile solo se la cartilagine articolare è sana. L'osteoartrosi è caratterizzata dalla progressiva consunzione ed il danneggiamento della cartilagine dell'articolazione malata. Poiché la cartilagine funge da ammortizzatore tra le articolazioni, l'osso sfrega contro l'osso, causando dolore, infiammazione e mobilità limitata.

Finora, l'unico sollievo per il dolore è stato il trattamento con farmaci antinfiammatori o l'iniezione di steroidi (ad esempio cortisone). Questi mascherano solo i sintomi e alleviano il dolore, ma le condizioni della cartilagine continuano a peggiorare.

La spirale continua quindi a girare, poiché il dosaggio del farmaco deve essere aumentato con l'aumento del dolore. Tuttavia, questo crea un altro problema, dato chei farmaci hanno effetti collaterali dannosi e possono far progredire l'osteoartrite più velocemente.

Quindi, nel corso degli anni, l'unica soluzione è un'articolazione artificiale che viene inserita durante un'operazione. Ma anche con le articolazioni artificiali, il problema non è risolto, poiché anche queste hanno una durata limitata e devono essere sostituite dopo un certo periodo.

Glucosammina e condroitina un nuovo approccio

Negli ultimi anni, numerosi integratori naturali hanno dato ottimi risultati. In molti casi, questi potrebbero prevenire il peggioramento dell'osteoartrosi e persino ripristinare la cartilagine.

Questi integratori alimentari naturali includono anche una combinazione di glucosammina e condroitina solfato. Si tratta di micronutrienti che assumiamo attraverso l'alimentazione e che vengono anche prodotti in piccole quantità dal nostro organismo.

Sono stati condotti studi approfonditi con la glucosammina solfato e la condroitina solfato che hanno dimostrato che sia la glucosammina che la condroitina sono efficaci nell'uomo e negli animali.

Cos'è la glucosammina e come funziona?

  • La glucosammina è prodotta dall'organismo come un amminozucchero. Il corpo riceve le sostanze di cui ha bisogno dai cibi attraverso l'alimentazione.
  • Questo amminozucchero si trova nel liquido sinoviale, nel tessuto connettivo e nella cartilagine.
  • È particolarmente importante per una mobilità indolore delle articolazioni.
  • In sinergia con la condroitina, regola anche la ricostruzione e la degradazione del tessuto cartilagineo

La cartilagine sana ha bisogno di tre cose:

  1. Acqua per la lubrificazione e l'alimentazione
  2. Proteoglicani per legare e trattenere l'acqua
  3. Collagene per mantenere i proteoglicani nella giusta posizione

I proteoglicani agiscono come una corda che si avvolge attraverso i collageni, e sono estremamente importanti in quanto possono immagazzinare molte volte il proprio peso in acqua, che lubrifica e fornisce il collagene.

Se la cartilagine è danneggiata, i fili della corda si indeboliscono e ci sono "perdite" verso l'esterno, causando la perdita del collagene poiché i proteoglicani perdono la presa e nuotano via. Di conseguenza, la cartilagine non può attutire gli impatti, si spezza e può usurarsi completamente.

La glucosammina è un componente importante dei proteoglicani amanti dell'acqua. Oltre alla sua funzione di elemento costitutivo per la sintesi dei proteoglicani, la sua stessa presenza è uno stimolo per le cellule che producono i proteoglicani. In effetti, la glucosammina è un fattore chiave nel determinare quanti proteoglicani sono prodotti dalle cellule.

La glucosammina ha dimostrato di essere in grado di accelerare la produzione di proteoglicani e collagene e di normalizzare il metabolismo della cartilagine, che aiuta a prevenire la degradazione della cartilagine.

A causa dei suoi effetti sul metabolismo della cartilagine, la glucosammina può aiutare l'organismo a riparare la cartilagine danneggiata o usurata. La glucosammina rafforza quindi i meccanismi di riparazione naturale dell'organismo.

Oltre a stimolare la produzione di cartilagine, la glucosammina riduce anche il dolore e l'infiammazione articolare.

Effetti della glucosammina

La glucosammina garantisce che il fluido presente nelle articolazioni, il cosiddetto liquido sinoviale, sia sufficientemente denso. Ciò previene danni o un'usura prematura delle articolazioni.

Una quantità sufficiente di glucosammina garantisce quindi una mobilità illimitata ed indolore per le persone. Con il suo effetto stimolante sulla produzione di nuova cartilagine, la glucosammina previene la consunzione della cartilagine esistente e allo stesso tempo allevia il dolore.

  • La glucosammina viene utilizzata per la sintesi di glicoproteine, glicolipidi e glicosamminoglicani (noti anche come mucopolisaccaridi). Questi composti, che contengono carboidrati , si trovano nei tendini, nei legamenti, nella cartilagine, nel liquido sinoviale, nelle membrane mucose e nelle strutture degli occhi, nei vasi sanguigni e nelle valvole cardiache.

  • La glucosammina può ridurre l'attività catabolica, inibendo la sintesi di enzimi che scindono le proteine e altre sostanze che contribuiscono a danneggiare la matrice cartilaginea.

  • La glucosammina inibisce gli enzimi collagenasi che distruggono la cartilagine. La glucosammina può avere un effetto positivo sulle cellule della cartilagine e può prevenire l'usura della matrice cartilaginea.

  • La glucosammina possiede anche lievi effetti antinfiammatori.

La glucosammina è consigliata per:

  • attività sportive regolari
  • mal di schiena cronico
  • fastidio articolare persistente
  • prevenzione dell'artrosi iniziale ed avanzata
  • prevenzione contro la consunzione articolare

Condroitina solfato

Mentre la glucosammina aiuta a formare i proteoglicani che si trovano negli interstizi della cartilagine, la condroitina solfato agisce come un "magnete liquido".

La condroitina ha la capacità di attirare il fluido nelle molecole di proteoglicani. Un dato importantissimo per due motivi:

  1. il liquido agisce come un ammortizzatore spugnoso
  2. il fluido trasporta i nutrienti nella cartilagine

La cartilagine articolare non ha afflusso di sangue, quindi tutto il suo apporto e la sua lubrificazione provengono dal liquido sinoviale che lo circonda. La produzione di liquido sinoviale è stimolata dalla pressione esercitata su di esso. Senza il liquido sinoviale, le cartilagini sarebbero malnutrite, più secche, più sottili e più fragili.

Effetti della condroitina

La condroitina è una molecola a catena lunga con una carica negativa. Quando queste catene avvolgono i proteoglicani, si respingono a vicenda e creano spazi tra ciascun proteoglicano. Questo spazio è noto come la matrice della cartilagine, in cui scorre il fluido.

Su una singola molecola di proteoglicano possono esserci fino a 10.000 di queste catene, per cui abbiamo un grande serbatoio d'acqua perché queste catene assicurano che queste molecole siano separate l'una dall'altra e non possano aderire l'una all'altra.

La condroitina ha le seguenti funzioni positive:

  • Protegge la cartilagine, ne impedisce la consunzione e inibisce alcuni enzimi che degradano la cartilagine.
  • Inibisce il metabolismo di altri enzimi che attingono il fluido dalla cartilagine.
  • Stimola la produzione di proteoglicani, glucosammina e collagene.

Glucosammina per l'artrite

Inizialmente, la medicina convenzionale ha trovato pochissime sostanze efficaci contro il dolore artritico.

Poi sono arrivati i FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei. Questi farmaci, oggi molto noti, erano allora nuovi farmaci con nomi comuni come aspirina, ibuprofene e successivamente naprossene sodico.

  • Questi farmaci sono abbastanza efficaci per inibire il dolore artritico. Tuttavia, se assunti per lunghi periodi di tempo alle dosi necessarie per alleviare il dolore in peggioramento, hanno alcuni effetti collaterali molto gravi.
  • Dal sanguinamento dello stomaco al collasso del nostro apparato digerente inferiore, all'insufficienza epatica tutti questi effetti collaterali sono possibili, se non inevitabili, se i FANS vengono presi abbastanza a lungo.
  • A quel tempo non si sapeva che l'artrosi poteva essere aggravata dall'assunzione di analgesici.

Questo sta cambiando adesso. Da oltre 20 anni, in America e in gran parte dell'Europa, come in Germania, Italia, Portogallo e Spagna, sono in corso ricerche sulla glucosammina e sulla sua efficacia contro l'artrite negli uomini e negli animali.

La glucosammina si differenzia dai farmaci antidolorifici. La glucosammina funziona in modo completamente diverso perché è naturale.

La glucosammina produce la cartilagine, i tendini e altri tessuti connettivi nell'organismo e li conserva agendo come elemento costitutivo e inibendo gli enzimi che distruggono la cartilagine.

Se il corpo non è sufficientemente rifornito di glucosammina, può svilupparsi l'artrite, in particolare l'artrosi. La malattia debilitante che affligge milioni di persone in tutto il mondo è caratterizzata dal disfacimento degli "ammortizzatori" delle articolazioni, soprattutto di quelle sulle quali poggia il peso come l'anca o il ginocchio.

La glucosammina agisce attenuando naturalmente la distruzione della cartilagine, i dolori articolari, il gonfiore e la perdita della mobilità. Per non parlare del fatto che la glucosammina è molto più economica e proviene da fonti naturali.

La glucosammina non può curare l'artrite, ma può avere un effetto molto positivo sul dolore articolare. Poiché la glucosammina agisce dall'interno, immergendo le articolazioni in una proverbiale soluzione calda e protettiva e lavorando per curare le articolazioni invece di mascherare semplicemente il dolore, i suoi effetti positivi impiegheranno un po' più di tempo a farsi sentire rispetto ai farmaci antidolorifici.

Tuttavia, una volta ottenuto questo sollievo dal dolore, la glucosammina proteggerà le articolazioni da ulteriori danni, mentre il deterioramento futuro sarà attenuato. Rispetto alla glucosammina, è stato riscontrato che molti FANS possono effettivamente danneggiare le articolazioni artritiche e far peggiorare il dolore perché le articolazioni continuano a deteriorarsi.

Se si necessita di un sollievo immediato dal dolore, la glucosammina può essere assunta insieme ai farmaci antidolorifici. Questi allevieranno temporaneamente il dolore mentre la glucosammina ricostruisce la cartilagine, riducendo il dolore. Si noti che la maggior parte degli studi clinici ha effettuato test somministrando 1.500 mg di glucosammina al giorno.

Molti trovano che anche la condroitina solfato e l'MSM sono efficaci contro i dolori dell'artrite.

Quindi, se possibile, si consiglia di considerare un prodotto che contenga anche questi due nutrienti per le articolazioni.

Quali alimenti contengono glucosammina?

Al giorno d'oggi nel nostro menu sono presenti pochissimi alimenti che contengono fonti naturali di glucosammina. Animali marini come le aragoste, i gamberi, i granchi e le cozze sono tra i pochi esempi di alimenti da cui il corpo umano è in grado di estrarre la glucosammina. Per questa ragione, un integratore alimentare contenente glucosammina è una ottima alternativa.

Come si manifesta la mancanza di glucosammina?

Soprattutto con l'avanzare dell'età, accade che l'organismo non sia più in grado di produrre glucosammina partendo dagli alimenti assunti. Ne risulta una limitazione della mobilità innescata da un liquido sinoviale troppo acquoso o carente. Di norma, le ginocchia e la colonna vertebrale sono particolarmente colpite e il loro movimento causa spesso dolore.

Un liquido sinoviale insufficiente porta anche a un'usura più rapida delle articolazioni. L'organismo non può fermare da solo questa usura poiché l'amminozucchero è anche responsabile della rigenerazione della sostanza cartilaginea consumata.

Assunzione e utilizzo di glucosammina

La dose giornaliera raccomandata è di circa 1.500 mg. Questa dose di solito può essere raggiunta solo assumendo un integratore alimentare. Il fabbisogno giornaliero può essere assunto in dose singola o suddiviso in tre dosi prima dei pasti con acqua sufficiente.

Se la glucosammina viene somministrata nell'ambito di una terapia per compensarne la carenza, questa dovrebbe durare per un periodo non inferiore a sei mesi. Chiunque assuma un integratore alimentare contenente glucosammina per la prima volta può notare cambiamenti positivi dopo uno o tre mesi, a condizione che il prodotto a base di glucosammina venga assunto quotidianamente.

Per chi è particolarmente importante la glucosammina?

Fondamentalmente, tutti hanno bisogno di glucosammina per garantire una corretta mobilità delle articolazioni. Questo bisogno è aumentato

  • in caso di artrosi
  • in caso di dolore cronico alla schiena e/o alle ginocchia
  • per gli atleti, in particolare coloro che praticano atletica pesante (pugilato, lotta, judo, sollevamento pesi, etc.)
  • in età avanzata

Cosa dicono gli esperti sulla glucosammina:

1. La glucosammina allevia il dolore in presenza di artrosi

Secondo i ricercatori della Creighton University nel Nebraska, l'assunzione di glucosammina allevia i sintomi dell'artrosi. I risultati dei loro studi suggeriscono anche che la glucosammina ha un effetto inibitorio sull'evoluzione di questa malattia.

2. La glucosammina inibisce l'infiammazione

Secondo Sven-David Müller Nortmann, un effetto essenziale di questa sostanza endogena è che vengono rilasciati meno enzimi che distruggono la cartilagine. Inoltre, promuove la degradazione delle sostanze infiammatorie presenti nell'organismo.

3. La glucosammina arresta la distruzione della cartilagine

Uno studio a lungo termine del professore belga Jean-Yves Regnister ha confermato che l'assunzione di glucosammina blocca i danni alle cellule della cartilagine. Allo stesso tempo, lo studio ha verificato l'effetto di supporto nella costruzione di nuovo tessuto cartilagineo.

4. Rimedio per i dolori articolari e i dolori alla schiena

Altri studi hanno dimostrato che la glucosammina ha un effetto calmante sul dolore alle articolazioni e alla schiena. L'amminozucchero si è rivelato utile anche come misura preventiva per coloro che hanno un incremento dello stress articolare come nel caso degli atleti o per le persone in sovrappeso.

Effetti collaterali e interazioni della glucosammina

Se si segue il dosaggio raccomandato, non sono previsti effetti collaterali. In questo caso l'assunzione di glucosammina sotto forma di integratori alimentari è sicura. Nel caso si stiano assumendo contemporaneamente dei farmaci, è necessario prima consultare il medico curante per assicurarsi che non vi siano interazioni.

Quanto è sicura la glucosammina?

La glucosammina è generalmente una sostanza molto sicura. È stata studiata clinicamente dall'inizio degli anni '80, perciò viene assunto dagli uomini da oltre 20 anni senza problemi. Ci sono solo alcune cose che occorre considerare quando si assume la glucosammina.

Allergie ai frutti di mare

Poiché la maggior parte della glucosammina viene estratta dai frutti di mare (alcuni produttori offrono glucosammina a base di mais), prima di iniziare la terapia con glucosammina occorre consultare il proprio medico curante. Se la glucosammina estratta dal pesce è pura, in teoria è possibile che le persone con allergie ai frutti di mare possano assumerla.

Poiché i soggetti allergici sono sensibili alle proteine dei frutti di mare e la glucosammina è costituita dalla chitina, un carboidrato, è generalmente consentito testare la glucosammina sotto la supervisione di un medico perché il processo attraverso il quale viene prodotta la glucosammina distrugge le proteine e degli antigeni ai quali normalmente l'organismo reagisce.

Tuttavia, la raccomandazione ufficiale è che le persone allergiche ai frutti di mare dovrebbero evitare la glucosammina.

Glucosammina e diabetici

I livelli di insulina possono variare con la glucosammina, specialmente nei diabetici. La glucosammina è tecnicamente un carboidrato (zucchero), ma l'organismo non può convertirla in glucosio. Pertanto, la glucosammina non fornisce alcuna fonte aggiuntiva diretta di glucosio.

Numerosi fattori possono causare una variazione dei valori del sangue nei pazienti diabetici ed è quindi molto importante consultare il proprio medico prima di iniziare la terapia con glucosammina. Occorre anche monitorare con attenzione i livelli di zucchero nel sangue mentre si sta assumendo glucosammina. Leggi l'ultimo aggiornamento sulla glucosammina per i diabetici.

Glucosammina e donne in gravidanza e in allattamento

Si consiglia di evitare la glucosammina durante una gravidanza. Non ci sono abbastanza studi a lungo termine sui feti per affermare chiaramente che la glucosammina sia sicura al 100% per il feto in via di sviluppo. Non ci sono prove che possa essere dannosa, ma sarebbe comunque meglio andare sul sicuro in una situazione del genere.

Sovraddosaggio di glucosammina

Quantità estremamente elevate di glucosammina (una dose giornaliera multipla) possono portare a problemi digestivi come feci molli, diarrea o nausea.

Glucosammina: una lunga storia di successo

Fatta eccezione per gli avvertimenti di cui sopra, la glucosammina ha una lunga storia di successo ed è considerata molto sicura.

Si noti che su ogni confezione di aspirina è indicato che è intesa per un sollievo temporaneo (non permanente) dal dolore artritico. Non solo sono sostanze estranee all'organismo (la glucosammina è naturale e si trova nelle articolazioni), ma la nuova generazione di analgesici ha anche alcuni effetti collaterali potenzialmente pericolosi. Inoltre, i farmaci antidolorifici mascherano solo il dolore, peggiorando le cose.

Se si interrompe l'assunzione di analgesici, il dolore tornerà rapidamente.

La glucosammina garantisce un effetto duraturo. Anche se si smette di assumerla, il suo effetto protettivo durerà ancora per un certo periodo di tempo. Assumere una dose giornaliera è il modo migliore per ridurre i problemi articolari e proteggere il più possibile le articolazioni. La glucosammina diventa sempre più efficace se la si assume regolarmente a lungo termine.

Risultati delle ricerche sulla glucosammina

Sono arrivati gli ultimi risultati significativi dei test clinici... Glucosammina e condroitina sono migliori degli antidolorifici?

Con l'interesse sempre crescente sul come superare i limiti della convivenza con l'artrosi, in particolare dopo il ritiro dal mercato di due importanti farmaci da prescrizione, due importanti studi clinici hanno recentemente dimostrato che la glucosammina e la condroitina solfato funzionano meglio dei tradizionali analgesici.

Lo studio "GAIT" (Glucosamine / Chondroitin Arthritis Intervention Trial) ha riportato dopo cinque anni di reclutamento, test e analisi che la combinazione di glucosammina e condroitina è efficace nel trattamento del dolore al ginocchio da moderato a grave dovuto all'artrite.

Sotto la direzione del NIH (National Institutes of Health), uno dei più eminenti centri di ricerca medica al mondo, 13 università di ricerca tra le più rinomate negli Stati Uniti hanno condotto degli studi paralleli sull'efficienza randomizzati, in doppio cieco, controllati con placebo su oltre 1.500 pazienti affetti da artrite.

Per 24 settimane, ogni partecipante ha assunto una dose giornaliera di:

  • Glucosammina e condroitina, una combinazione dei due
  • farmaco antidolorifico
  • o un placebo

I livelli di dolore di tutti i pazienti sono stati valutati all'inizio dello studio e alla fine delle quattro settimane.

La combinazione di glucosammina e condroitina ha ridotto significativamente il dolore, misurato utilizzando l'indice del dolore WOMAC (Western Ontario e McMaster Osteoarthritis Index), rispetto al placebo e ai farmaci analgesici.

Lo studio è stato finanziato con i soldi dei contribuenti, non con quelli dei produttori.

Più o meno nello stesso periodo in cui sono stati pubblicati i risultati dello studio GAIT condotto dalle università negli Stati Uniti, uno studio europeo indipendente basato sulla clinica (noto come studio GUIDE) ha pubblicato i suoi risultati. Anche questo ha dimostrato gli straordinari benefici della glucosammina.

Lo studio sull'efficacia della glucosammina (GUIDE) ha segnalato che la glucosammina solfato potrebbe essere il trattamento sintomatico migliore per l'artrosi del ginocchio.

Il dott. Herrero-Beaumont della Fundacíón Jiménez Díaz di Madrid ha valutato la glucosammina solfato più efficace del paracetamolo nel trattamento del dolore articolare in uno studio multicentrico, randomizzato, controllato con placebo e in doppio cieco.

Ciò significa che lo studio è stato condotto in più cliniche, è stato randomizzato per prevenire pregiudizi, sono stati effettuati test con placebo e farmaci reali, e i medici non sapevano chi stava assumendo il placebo o la glucosammina. Questo è stato uno studio da molti milioni di dollari, eccezionalmente ben progettato, i cui risultati parlano chiaro.

Lo studio Glucosamine Unum in The Efficacy (GUIDE) ha avuto luogo in 13 diverse cliniche europee ed ha confrontato una dose giornaliera di 1.500 mg di glucosammina solfato e una dose molto più grande, da 3.000 mg, di un farmaco da banco a base di acetaminofene con un placebo in 318 pazienti.

Dopo 24 settimane di monitoraggio dei pazienti affetti da artrosi, lo studio ha mostrato chiaramente la migliore efficacia dell'integratore alimentare a base di glucosammina (anche a metà della dose del farmaco) in diverse zone di disturbi e di ridotta mobilità.

Lo studio ha confermato che la glucosammina si è dimostrata più efficace dell'antidolorifico più comunemente usato, il paracetamolo!

Dati di fatto sulla glucosammina

  • La glucosammina è stata utilizzata da sola o in combinazione con la condroitina solfato per l'artrosi. L'artrosi è la principale causa di disabilità negli anziani. L'artrosi è una malattia della cartilagine articolare legata all'età che porta a un cambiamento strutturale delle articolazioni.

  • La glucosammina è un amminoacido prodotto naturalmente nell'organismo partendo dal glucosio e dalla glutammina.

  • La glucosammina è uno dei componenti principali dei glicosamminoglicani, dell' acido ialuronico e dei proteoglicani, tutti elementi essenziali per la formazione della cartilagine.

  • Gli integratori alimentari di glucosammina sono stati utilizzati per il trattamento dell'artrosi, del mal di schiena, dei dolori articolari e del glaucoma. La maggior parte degli studi sulla glucosammina ha coinvolto persone con artrosi del ginocchio.

  • Le fonti di glucosammina presente negli integratori alimentari sono generalmente i frutti di mare, sebbene sia disponibile anche la glucosammina sintetica.

Effetti collaterali della glucosammina

  • La glucosammina è ben tollerata. In uno studio di tre anni con un'assunzione giornaliera di 1500 mg di glucosammina, non sono stati riscontrati effetti collaterali gravi.

  • La glucosammina idrocloride è stata utilizzata in modo sicuro in studi che sono durati fino a 24 settimane.

  • L'effetto collaterale più comune derivante dall'assunzione di glucosammina è rappresentato da lievi disturbi digestivi.

  • Le persone con allergia ai frutti di mare dovrebbero evitare gli integratori a base di glucosammina estratta dai frutti di mare e dovrebbero invece assumere un integratore di glucosammina vegetale.

  • Ci sono state perplessità circa l'effetto dell'assunzione di glucosammina sui livelli di insulina e sui livelli di zucchero nel sangue. Tuttavia, i test eseguiti su persone sane e obese con diabete di tipo 2 non hanno mostrato effetti sull'emoglobina A1C o sui livelli di zucchero nel sangue dopo aver assunto gli integratori di glucosammina per 3 mesi.

  • Ci sono state perplessità anche sull'ipotesi che la glucosammina potesse aumentare il colesterolo e la pressione sanguigna. Tuttavia, non sono stati riscontrati effetti negativi sul colesterolo o sulla pressione sanguigna nelle persone che hanno assunto integratori di glucosammina per un massimo di 3 anni.

Please visit the online shop in your region. Simply click on the according flag symbol!