Contrastare facilmente il jet lag con i nutrienti essenziali naturali

Viaggiare è bello, ma può rivelarsi molto stressante per la mente e per il corpo. Alcuni principi attivi naturali, come il 5-HTP, permettono di godere di un sonno ristoratore anche nonostante il fuso orario. NADH, guaranà e spirulina sono in grado di scacciare la stanchezza apportando energia. Così, puoi goderti la vacanza senza il rischio di incorrere nel fenomeno del jet lag.

Gli integratori per contrastare il jet lag offrono una strategia unica e pratica per consentire con più facilità l’adattamento del tuo orologio interno al fuso orario. Curare il tuo jet lag in maniera naturale ti aiuterà ad andare avanti con l’obiettivo del tuo viaggio, che si tratti di una vacanza o di un viaggio di lavoro che richiede più energie mentali.

Il jet lag è un comune disturbo del sonno che si manifesta quando una persona va incontro a più fusi orari in un breve lasso di tempo. Dopo aver affrontato un volo transmeridiano, molti viaggiatori hanno difficoltà a prendere sonno o non riescono a dormire per tutta la notte per via del fuso orario della loro destinazione.

Il jet lag riserva anche molti altri effetti negativi sullo stato fisico e mentale di un viaggiatore durante le ore di veglia. Tra questi, vi sono il risveglio prematuro, l’evidente sonnolenza durante il giorno, del malessere generale e la riduzione delle prestazioni nel corso della giornata.

Il jet lag viene alterato da una desincronizzazione dell’orologio interno dovuta ai cambiamenti esterni del ciclo luce-buio. In generale, ci vuole un po‘ di tempo affinché il viaggiatore si adatti al nuovo fuso orario e il bioritmo si normalizzi.

Il ritmo cardiaco

Il ritmo cardiaco (noto anche come "bioritmo") è il ciclo interno del corpo e quindi il nostro “orologio biologico“. Dura circa 24 ore, in quanto è determinato dal ciclo di 24 ore della terra e dall’alternanza della luce e del buio.

Il bioritmo è controllato dall’ipotalamo; quest’ultimo controlla fattori quali la temperatura corporea e i ritmi comportamentali, come il ciclo sonno-veglia.

Il ciclo sonno-veglia, in particolare, dipende dal contatto con la luce, che a sua volta regola la secrezione di melatonina. Così, la luce agisce per inibire il rilascio di melatonina e fornisce eccitazione. La melatonina, invece, è secreta dalla ghiandola pineale e causa sonnolenza.

L’influenza della rotta di volo

I voli diretti verso est solitamente risultano più sintomatici per i passeggeri rispetto ai voli diretti nella direzione opposta. Per la maggior parte della gente, stare svegli più a lungo è più facile piuttosto che adattarsi ad una giornata più breve che inizia prima. Ma è proprio la spiacevole sensazione di alzarsi presto che è richiesta ai passeggeri quando si viaggia verso est, perché l’alba si avvicina presto.

Come contrastare il jet lag?

Il jet lag si manifesta quando il nostro orologio interno è fuori sincronia con il ciclo luce-buio locale, causando sonnolenza o veglia a orari inappropriati. L’effetto tende a peggiorare con l’aumentare dei fusi orari attraversati. Possono essere necessari 2 o 3 giorni per riprendersi.

È interessante notare come la ricerca abbia dimostrato che le persone con schemi di sonno rigidi soffrono maggiormente di jet lag rispetto a coloro che seguono orari di sonno più flessibili. Inoltre, le "allodole“ che si svegliano presto riscontrano meno problemi quando volano verso est; allo stesso modo, le persone che preferiscono svegliarsi tardi hanno meno difficoltà quando volano in direzione ovest.

Vi sono diverse strategie che aiutano a combattere il jet lag, stimolando il ciclo sonno-veglia e incoraggiando così il corpo ad adattarsi.

Esistono metodi medici e non medici che regolano il ciclo circadiano, ad esempio:

  • Integratori alimentari, in grado di aiutare a regolare il ritmo circadiano del corpo e quindi a dormire, prevenendo il jet lag.
  • Sonniferi da prescrizione, che aiutano ad addormentarsi o a rimanere svegli durante il giorno.
  • Semplici accorgimenti nello stile di vita, ad esempio rimanere attivi tutto il giorno ed evitare stimolanti come caffeina e tabacco nel pomeriggio e alla sera.
  • Cambiamenti nell’alimentazione, come l’idea di inserire, al mattino, una colazione ricca di proteine (che tiene svegli più a lungo) e una cena ricca di carboidrati (che aiutano a prendere sonno).
  • Sonnellini strategici, infatti raccomandiamo di fare lunghi pisolini notturni nella propria destinazione, prima o durante il volo.
  • Abitudini di riposo che rendono l’andare a letto un’azione di routine rilassante, ad esempio esercizi di respirazione, di meditazione ed un ambiente che favorisca il sonno.

Quali sono i sintomi del jet lag?

Il principale sintomo del jet lag è la difficoltà a prendere sonno quando si cerca di dormire nella destinazione del viaggio.

Inoltre, il jet lag può essere associato ai seguenti sintomi fisici:
  • Pigrizia
  • Tensione muscolare
  • Disturbi gastrointestinali
  • Sonnolenza durante il giorno
  • Frequenti sonnellini diurni
  • Sbadigli estremi

Il jet lag è dovuto ad una desincronizzazione del ciclo circadiano. Numerosi studi suggeriscono che ciò comporta fluttuazioni ormonali come quelle causate dalla melatonina e dal cortisolo.

Il cortisolo, noto anche come ormone dello stress, è strettamente correlato alla salute mentale. Gli studi hanno evidenziato che i livelli di cortisolo tendono ad aumentare in seguito ai voli di lunga durata. Livelli elevati di cortisolo sono spesso associati ad uno stato di depressione e di ansia in quelle persone che viaggiano spesso rispetto a coloro che lo fanno occasionalmente.

I sintomi del jet lag che coinvolgono la psiche includono:
  • Esaurimento mentale
  • Irritabilità
  • Apatia
  • Umore negativo e stati di depressione
  • Ansia
  • Stress

Quali sono i benefici del trattamento del jet lag mediante integratori?

Molte persone che soffrono di jet lag provano ad assumere, come soluzione, dei sonniferi su prescrizione. Questi, però, presentano notevoli effetti collaterali ed è anche molto facile lo sviluppo di dipendenza. Inoltre, il sonno indotto dai sonniferi non ha la stessa qualità del sonno naturale.

I rimedi naturali contro il jet lag possono essere abbinati ad alcuni accorgimenti in termini di abitudini, stile di vita e atteggiamento nel trattamento del jet lag per migliorare il proprio sonno. Questi rimedi alternativi sono in grado di accelerare il tuo adattamento al nuovo fuso orario, assicurandoti una notte di buon sonno e minimizzando la sonnolenza diurna.

Melatonina per il jet lag

La melatonina è un composto simile ad un neurotrasmettitore, prodotto dalla ghiandola pineale nel cervello, ed è strettamente legata al ritmo circadiano e alla regolazione del sonno.

Diversi studi sono stati in grado di provare un effettivo legame tra il rilascio di melatonina e l’inizio del sonno. Per questo motivo, assumere quantità extra di melatonina può riuscire a regolare l’orologio interno del corpo adattandolo al fuso orario del nuovo ambiente esterno. È stato dimostrato che la melatonina è estremamente efficace nella prevenzione e riduzione del jet lag.

Gli integratori a base di melatonina vengono impiegati principalmente per normalizzare i modelli di sonno irregolari, per ridurre il divario tra le fasi di sonno e di veglia e per migliorare la qualità del sonno. Ai viaggiatori che attraversano più di cinque fusi orari durante un volo in aereo se ne consiglia, pertanto, l’assunzione.

Gli integratori a base di melatonina possono apportare i seguenti benefici:
  • Efficace regolazione dei bioritmi nei disturbi del sonno
  • Maggior controllo del jet lag dopo un viaggio attraverso diversi fusi orari
  • Miglioramento della qualità del sonno durante alcuni stati di insonnia
  • Miglioramento della qualità del sonno durante alcuni stati di depressione
  • Maggior controllo del ciclo sonno-veglia in quelle persone che soffrono di narcolessia

5-HTP per il jet lag

Il composto 5-idrossitriptofano (5-HTP) viene sintetizzato dall’aminoacido triptofano ed è un precursore della serotonina e della melatonina, i due ormoni responsabili della regolazione del sonno.

Sebbene l’aminoacido 5-HTP non sia direttamente correlato ai ritmi circadiani, esso tende a migliorare i modelli di sonno-veglia piuttosto che causare direttamente la sonnolenza. Questo effetto del 5-HTP è dovuto probabilmente al cambiamento della temperatura interna del cervello, il che è necessario al corpo per prepararsi al sonno.

L’assunzione di 5-HTP può apportare i seguenti benefici:
  • Miglioramento della qualità del sonno
  • Riduzione degli stati di ansia e di panico
  • Induzione di calma ed equilibrio

L-triptofano per il jet lag

L’L-triptofano è un aminoacido naturale che, stando ai risultati degli studi, può incrementare i livelli di serotonina e di melatonina nel cervello. Questi neurotrasmettitori sono associati al momento che precede l‘addormentarsi ("latenza“), migliorando la qualità del sonno.

Per questo motivo, l’assunzione di L-triptofano può favorire la regolazione del bioritmo, il quale a sua volta va a migliorare il sonno e la stanchezza durante il giorno.

Gli integratori a base di triptofano possono apportare i seguenti benefici:
  • Promuovono un sonno migliore
  • Alleviano il jet lag
  • Riducono la tensione fisica e mentale
  • Migliorano le prestazioni sportive e atletiche

Spirulina per il jet lag

La Spirulina è un’alga di colore blu-verde che cresce nelle zone d’acqua dolce dell’America centrale e dell’Africa. Contiene numerosi nutrienti essenziali, ad esempio le vitamine e gli acidi grassi essenziali, così come gli oligoelementi come il potassio, il magnesio e il calcio. Inoltre, la spirulina è ricca di proteine e possiede gli otto aminoacidi essenziali.

La spirulina è altamente nutriente, apporta naturalmente energia e resistenza e promuove il benessere generale. Uno studio recente ha dimostrato che l’assunzione di integratori a base di spirulina può aiutare a ridurre la fatica fisica e mentale.

Per questo motivo, la spirtulina è in grado di contribuire alla lotta contro i sintomi della stanchezza dovuta al jet lag e i disturbi da insonnia:
  • Riduce i segni della fatica
  • Apporta una rinnovata energia e vitalità
  • Stimola la mente e il corpo

Guaranà per il jet lag

Il Guaranà (Paullinia cupana) è una pianta rampicante originaria del Brasile, che cresce principalmente nel bacino amazzonico. Il guaranà è tradizionalmente impiegato come stimolante e potente antiossidante. Contiene caffeina naturale, ma anche altri stimolanti e fitonutrienti efficaci contro la fatica.

Gli estratti di semi di guaranà possono contenere caffeina fino a quattro volte di più rispetto agli stessi chicchi di caffè, a seconda del metodo di preparazione. Ma, secondo alcuni studi, nei semi di guaranà vi sono anche altri componenti dall’azione stimolante ancora più forte della caffeina.

Gli integratori di guaranà consentono un rilascio di energia più duraturo e graduale in una forma che è particolarmente utile per chi soffre di jet lag. Il guaranà non disturba i bioritmi, ma si limita ad agire come stimolante consentendo di non percepire la stanchezza durante il giorno e di addormentarsi di notte.

Grazie alla sua azione stimolante naturale, il guaranà può apportare i seguenti benefici:
  • È uno stimolante naturale, più efficace anche della caffeina
  • Garantisce un’intensa azione psicoattiva
  • Supporta le capacità cognitive e la memoria
  • Riduce la stanchezza
  • Migliora i sensi e l‘attenzione
  • Migliora le prestazioni fisiche

A chi è particolarmente indicata l’assunzione di un integratore anti jet lag?

Ogni anno, migliaia di persone viaggiano attraverso fusi orari per piacere o per motivi di lavoro. Viaggiare per lunghe distanze comporta l’andare incontro al jet lag, che si manifesta attraverso disturbi del sonno e stanchezza nel corso della giornata.

Inoltre, il jet lag porta a deficit fisici e mentali che, a seconda del motivo del viaggio, possono incidere sulla produttività professionale o sulla capacità di rilassarsi godendosi la vacanza.

Gli integratori per il jet lag possono contribuire al mantenimento della prontezza mentale e dei livelli di energia durante il giorno, creando un modello di sonno più naturale.

È per questo che a trarre particolare beneficio dall’assunzione di integratori per il jet lag sono soprattutto le seguenti categorie di persone:

  • viaggiatori che devono affrontare voli su lunghe tratte
  • viaggiatori d‘affari
  • atleti partecipanti a competizioni internazionali
  • vacanzieri che viaggiano verso destinazioni internazionali

Controindicazioni dell’assunzione di integratori anti jet lag

Gli integratori per il jet lag favoriscono il sonno influenzando, pertanto, l’azione di altri farmaci. Ad esempio, si sconsiglia di assumere al contempo dei sedativi, in quanto l’interazione potrebbe causare una forte sonnolenza.

Al contrario, il ricorso a stimolanti quali la caffeina e il tabacco può smorzare l’efficacia degli integratori contro il jet lag.

Per quali ragioni occorre assumere un integratore per il jet lag?

I viaggi transmeridiani incidono sulle prestazioni fisiche e cognitive individuali. Gli integratori per il jet lag possono apportare i seguenti benefici:

  • Mantenimento di prestazioni cognitive ottimali nel corso della giornata
  • Mantenimento di prestazioni fisiche ottimali nel corso della giornata
  • Riduzione dello stress dovuto al jet lag
  • Promozione di modelli di sonno sani

Ulteriori consigli sul jet lag

  • Chi trascorre poco tempo in un paese lontano può pensare di mantenere il proprio ritmo. Ma ciò è possibile solo se non sono previste giornate di lavoro. L’esperienza insegna che aiuta i viaggiatori ad adattare il proprio orologio interno all’ora di arrivo, in modo che gradualmente ci si riesca ad adeguare mentalmente.
  • Trascorrere del tempo all’aria aperta aiuta anche il corpo ad affrontare meglio il cambiamento.
  • Dopo l’arrivo, il viaggiatore deve dormire senza ricorrere all’uso di sonniferi, poiché questi potrebbero peggiorare la situazione sconvolgendo l’organismo.
  • È bene evitare sforzi, se possibile, così come l’uso di alcol.
  • Sufficienti quantità di liquidi prima e durante il volo, così come di alimenti facilmente digeribili, aiutano moltissimi viaggiatori. Alcol e caffeina rimangono proibiti.
  • Nella pianificazione del viaggio può essere incluso un attento adattamento al nuovo ritmo giornaliero. Per i voli programmati in occidente può essere utile alzarsi più tardi per adeguarsi al nuovo ritmo giornaliero.
  • Se l’aereo decolla di notte e atterra sempre col buio, i sintomi del jet lag sono spesso più facili da contrastare. Se l’atterraggio è previsto per la sera, il passeggero deve dormire il meno possibile in volo così da poter riposare la notte successiva. Nonostante la scarsa luminosità, la protezione degli occhi può aiutare a godere di un buon sonno notturno.

Fonti

1. Herxheimer A, Petrie K. Melatonin for the prevention and treatment of jet lag. Cochrane Database Syst Rev. 2002; 2: CD001520

2. Flower D, Irvine D, Folkard S. Perception and predictability of travel fatigue after long-haul flights: a retrospective study. Aviat Space Environ Med. 2003; 74: 173-179

 

3. Kennedy D, Haskell C, Wesnes K, et al. Improved cognitive performance in human volunteers following administration of guarana (Paullinia cupana) extract: comparison and interaction with Panax ginseng. Pharmacol Biochem Behav. 2004; 79(3): 401-411

4. Beaumont M, Batéjat D, Piérard C, et al. Caffeine or melatonin effects on sleep and sleepiness after rapid eastward transmeridian travel. J Appl Physiol. 2004; 96(1): 50-58

5. Arendt J. Managing jet lag: some of the problems and possible new solutions. Sleep Med Rev. 2009; 13(4): 249-256

6. Culpepper L, Wingertzahn M. Over-the-counter agents for the treatment of occasional disturbed sleep or transient insomnia: a systematic review of efficacy and safety. Prim care Comp CNS Disord. 2015; 17(6)

<7. Moustakas D, Mezzio M, Rodriguez B, et al. Guarana provides additional stimulation over caffeine alone in the planarium model. PLoS One. 2015; 10(4): e0123310

8. Johnson M, Hassinger L, Davis J, et al. A randomized, double blind, placebo controlled study of spirulina supplementation on indices of mental and physical fatigue in men. Int J Food Sci Nutr. 2016; 67(2): 203-206

NADH

NADH

Molte persone soffrono per la mancanza di energia e si sentono costantemente stanche e poco concentrate. L’NADH è la scintilla che accende l’energia. Gli esperti raccomandano l’NADH per aumentare energia, vitalità e prestazioni. L’NADH migliora la memoria, solleva l'umore e aiuta con la stanchezza e il jet lag.

Maggiori informazioni su NADH ›

5-HTP

5-HTP

Il 5-HTP aumenta naturalmente la serotonina e la melatonina. Favorisce un sonno ristoratore ed è consigliato contro la depressione, l'ansia, l'inquietudine e la tensione. Aiuta anche in caso di emicranie e mal di testa cronici, fame nervosa, dolori muscolari ed aggressività.

Maggiori informazioni su 5-HTP ›

Spirulina

Spirulina

La spirulina è uno degli alimenti più ricchi di nutrienti al mondo. La sua varietà di principi nutritivi essenziali la rendono un integratore alimentare ideale per persone di tutte le età. Molte persone che prendono la Spirulina si sentono più energiche, mentalmente sveglie e dinamiche. La spirulina migliora la salute, dà vitalità ed energia, rafforza il sistema immunitario e riduce l'appetito.

Maggiori informazioni su Spirulina ›

Please visit the online shop in your region. Simply click on the according flag symbol!