Osteoporosi

Osteoporosi - quando le ossa diventano fragili

Dall'età di circa 35 anni in poi, perdiamo l'1-1,5% della massa ossea all'anno, e le donne ne sono colpite più frequentemente. Studi recenti dimostrano che l'assunzione di calcio da sola non è sufficiente a prevenire l'osteoporosi. Allo stesso tempo, devono essere assunte anche la vitamina D e la vitamina K2 per mantenere la densità ossea. Anche il magnesio, così come il rame, il manganese, lo zinco, il selenio e le vitamine C e B contribuiscono alla stabilità delle ossa.

Solo in Germania, più di 8 milioni di persone soffrono di osteoporosi, una malattia che è stata inserita nella lista delle 10 malattie più importanti al mondo dall'Organizzazione Mondiale della Sanità OMS.

Il termine osteoporosi è generalmente usato per descrivere una malattia delle ossa che colpisce l'intero scheletro. Questa malattia, nota anche come osteoporosi, è associata ad una riduzione della massa ossea oltre il normale livello legato all'età, e ad un deterioramento della struttura ossea.

Cosa causa l'osteoporosi?

Nel 95% dei casi, le cause dell'osteoporosi sono sconosciute. Questa forma di perdita ossea è chiamata osteoporosi primaria.

Spesso ad essere colpiti sono le donne dopo la menopausa e gli uomini e le donne a partire dai 70 anni. Per questo motivo si parla anche di osteoporosi post-menopausa o osteoporosi senile.

Oltre all'età e al sesso, i fattori scatenanti comprendono la predisposizione genetica, l'insufficiente assunzione di calcio, la carenza di vitamina D o vitamina K, il sottopeso, il fumo e il consumo eccessivo di alcol.

Inoltre, l'osteoporosi può anche insorgere come malattia secondaria a seguito di disturbi ormonali o metabolici o attraverso l'uso a lungo termine di determinati farmaci.

Sintomi: come si manifesta l'osteoporosi?

L'insorgenza graduale dell'osteoporosi fa sì che la malattia passi a lungo inosservata. Solo quando la massa ossea è diminuita a tal punto che le ossa sono porose e instabili, possono verificarsi dolore e fratture senza una causa riconoscibile.

Sono più frequentemente soggetti a fratture:

  • vertebre
  • femore
  • ulna e radio vicino al polso
  • omero
  • bacino

Diagnosi: come si riconosce l'osteoporosi?

Sebbene le fratture improvvise in età avanzata suggeriscano la possibilità di osteoporosi, per una diagnosi definitiva sono necessari ulteriori esami. La misurazione della densità ossea con i raggi X svolge un ruolo importante in questo contesto. L'osteodensitometria viene utilizzata per misurare la densità ossea e confrontarla con i valori medi di un trentenne sano.

Una deviazione da -1 a -2,5 è considerata una lieve osteoporosi. Se la deviazione è maggiore di -2,5, l'osteoporosi è detta moderata, e se si verificano ulteriori fratture, è detta osteoporosi grave. Risultati comparabili possono essere ottenuti anche con la tomografia computerizzata, anche se questa è associata ad una dose di radiazioni più elevata.

Terapia: quali farmaci per l'osteoporosi sono disponibili?

Lo scopo del trattamento dell'osteoporosi è quello di influenzare positivamente il metabolismo osseo e di alleviare il dolore. A tale scopo, sono disponibili diversi farmaci speciali per l'osteoporosi.

Oltre ai preparati a base di calcitonina ed estrogeni, vengono utilizzati principalmente agenti del gruppo dei bifosfonati, simili alle sostanze endogene responsabili dell'architettura ossea interna. Questo è un tentativo di stimolare la formazione ossea e quindi di stabilizzare o addirittura aumentare la densità ossea.

Quali sostanze vitali naturali aiutano l'osteoporosi?

Oltre al trattamento con farmaci convenzionali, l'apporto di calcio, vitamina D e vitamina K2 gioca un ruolo decisivo nel trattamento dell'osteoporosi.

Se non è possibile un adeguato apporto attraverso il cibo o la luce del sole, il deficit di vitamina D3 può essere compensato con l'assunzione di preparati speciali di sostanze vitali. È importante sapere che la produzione di vitamina D attraverso la pelle diminuisce con l'età.

Si consiglia quindi di utilizzare sia il calcio che i preparati di vitamina D come parte di una terapia per l'osteoporosi. Per il calcio, si raccomanda una dose da 1000 a 1500 milligrammi al giorno.

La vitamina D è principalmente responsabile dell'assorbimento del calcio dall'intestino, ma è la vitamina K2 che è responsabile dell'incorporazione del calcio nelle ossa. Questo è stato scoperto solo di recente.

La vitamina K2 attiva la proteina GLA osteocalcina, necessaria per incorporare il calcio nelle ossa. Sebbene la vitamina K2 si trovi negli alimenti animali come carne, frattaglie, burro, tuorlo d'uovo e alcuni tipi di formaggio, è presente solo in piccolissime quantità. La migliore fonte di vitamina K2 naturale è il tradizionale natto, piatto a base di soia fermentata.

Prevenzione: come si può prevenire l'osteoporosi?

Tra le fonti più importanti di calcio ci sono il latte e i latticini, nonché l'acqua minerale ricca di calcio e le verdure verdi. Inoltre, i fattori di rischio come il fumo, l'alcol e il caffè dovrebbero essere limitati. La profilassi dell'osteoporosi inizia nell'infanzia, perché più forte è la costruzione delle ossa, più tardi la degradazione legata all'età diventa evidente.

Suggerimenti: cos'altro si può fare per l'osteoporosi?

  • Naturalmente, il movimento gioca un ruolo importante sia nel trattamento che nella profilassi della malattia. Non solo promuove attivamente la formazione delle ossa, ma assicura anche che lo scheletro sia in grado di sopportare il peso senza dolore rafforzando i muscoli.
  • Oltre al calcio e alla vitamina D, bisognerebbe integrare anche la vitamina C, in quanto coinvolta nella sintesi proteica delle ossa.
  • Spesso si osserva nell'osteoporosi una carenza di magnesio, che dovrebbe essere integrata di conseguenza. Altrettanto importanti per mantenere la densità ossea sono rame e zinco.
Vitamina K2

Vitamina K2

Immagina che esista una vitamina che facciain modo che il calcio venga usato per costruire le ossa e non si depositi nelle arterie. Questa vitamina potrebbe quindi prevenire gli attacchi di cuore e l'osteoporosi allo stesso tempo. Studi scientifici hanno dimostrato che la vitamina K2 ha esattamente queste proprietà.

Maggiori informazioni su Vitamina K2 ›

Vitamina D

Vitamina D

La vitamina D è la chiave della nostra salute. Fino ad ora, la vitamina D era considerata principalmente un aiuto per rafforzare le ossa. Tuttavia, studi recenti dimostrano che ci sono recettori della vitamina D in quasi tutti gli organi e tessuti, il che significa che la vitamina D ha effetti di vasta portata sulla maggior parte dei processi metabolici del corpo.

Maggiori informazioni su Vitamina D ›

Corallo marino Sango

Corallo marino Sango

A causa di un’alimentazione sbilanciata e di uno stile di vita scorretto, circa il 90% di tutte le persone nel mondo moderno dispongono di un organismo in stato di iperacidità. Il corallo marino Sango è perfetto per ripristinare l’equilibrio tra acidi e basi. Si presenta in capsule o in polvere, offrendo preziosi minerali alcalini e oligoelementi in forma ionizzata, che garantiscono un assorbimento ottimale nel corpo.

Maggiori informazioni su Corallo marino Sango ›

Magnesio

Magnesio

Il magnesio è coinvolto nella formazione di oltre 300 enzimi vitali nel corpo. Questo dimostra quanto sia importante per le prestazioni e l'energia. Il magnesio rilassa i muscoli e previene i crampi muscolari. È un antistress naturale, regola la pressione sanguigna e previene i disturbi del ritmo cardiaco. Il magnesio è il minerale più prezioso del nostro tempo.

Maggiori informazioni su Magnesio ›

Sostanze multiminerali

Sostanze multiminerali

Gli studi dimostrano che la maggior parte delle persone nella nostra società agiata è carente di importanti minerali e oligoelementi come calcio, magnesio, zinco, cromo e selenio. Malattie come l'osteoporosi, il diabete, il cancro e le malattie cardiovascolari sono quindi in aumento. I multiminerali sono ideali per compensare e prevenire una tale carenza.

Maggiori informazioni su Sostanze multiminerali ›

Zinco

Zinco

Lo zinco è un componente di quasi 300 enzimi che controllano i processi vitali dell’organismo. È particolarmente importante per la crescita, la fertilità e il sistema immunitario, favorendo tra l’altro la guarigione delle ferite e prevenendo la caduta dei capelli. Lo zinco, inoltre, promuove la formazione degli ormoni sessuali maschili e protegge la prostata.

Maggiori informazioni su Zinco ›

Please visit the online shop in your region. Simply click on the according flag symbol!