Cura la cistite in modo naturale

Il sistema urinario è strutturato in modo tale da liberare il corpo dai materiali di scarto. Dai reni, l'urina, che è sterile e generalmente priva di batteri e virus e che contiene prodotti di scarto, raggiunge la vescica mediante i due ureteri. Gli ureteri sono lunghi circa 20 cm. I muscoli delle pareti uretrali si contraggono e si rilassano per spingere l'urina verso il basso dai reni.

Cause della cistite

Di norma, il flusso di urina e i batteri benefici (probiotici) che vivono nel tratto urinario impediscono l'infezione. La prostata negli uomini produce anche secrezioni che rallentano la crescita batterica. Il sistema immunitario dell'organismo riduce il rischio di infezione sia negli uomini che nelle donne. Ma in mancanza di tali sistemi di difesa o in caso di malfunzionamento, i batteri possono attaccarsi alla parete della vescica provocando irritazione. Le infezioni del tratto urinario rappresentano un grave problema di salute che ogni anno colpisce milioni di persone.

Secondo quanto riferito dai ricercatori della facoltà di medicina dell'Università di Washington (WU) di St. Louis, il 90% di tutte le infezioni del tratto urinario sono causate da Escherichia coli (E. coli), un microrganismo che vive nel tratto digestivo. Poiché l'E. coli viene espulso dall'organismo attraverso il movimento intestinale, i batteri E. coli si trovano intorno all'ano.

C'è solo una breve distanza tra l'ano e l'uretra, che provvede ad espellere l'urina dall'organismo. Pertanto è relativamente facile che i batteri E. coli raggiungano l'uretra. Lì, l'E. coli penetra lo strato protettivo delle cellule superficiali che rivestono la vescica e causano i sintomi tipici di un'infezione del tratto urinario.

Fattori che possono aumentare il rischio di infezione del tratto urinario:

  • Un'errata pulizia da dietro in avanti dopo i movimenti intestinali, in quanto i batteri E. coli vengono trasportati verso l'uretra e possono penetrare facilmente. Poiché nelle donne l'uretra è molto più corta e l'apertura è più vicina all'ano rispetto agli uomini, la cistite è molto più comune nelle donne.
  • Un apporto di liquidi insufficiente, che significa che il ridotto flusso di urina non può eliminare i batteri 'cattivi' in modo efficace.
  • Un numero insufficiente di batteri 'buoni' nel tratto urinario, spesso a causa della terapia antibiotica e quindi di una protezione ridotta.
  • I rapporti sessuali e la minzione ritardata dopo il rapporto. Le donne sono più inclini alle infezioni del tratto urinario causate da rapporti sessuali, da cui il termine 'cistite da luna di miele'.
  • Il diaframma contraccettivo esercita pressione sull'uretra, e gli spermicidi modificano il pH della vagina.
  • I cambiamenti ormonali in menopausa fanno sì che il rivestimento della vescica e dell'uretra diventi più sottile e quindi più debole, rendendolo più suscettibile alle infezioni.
  • Durante la gravidanza, la vescica può comprimersi. Di conseguenza, l'urina viene trattenuta nella vescica per troppo tempo, consentendo ai batteri di causare irritazione e infiammazione.
  • Andare in bicicletta o a cavallo possono favorire l'infezione delle vie urinarie a causa della pressione sull'uretra.
  • Anche i cateteri urinari introdotti nell'uretra aumentano il rischio di infezione da E. coli.

Sintomi di cistite

Quando i batteri E. coli penetrano nelle vie urinarie, si moltiplicano e raggiungono la vescica, manifestando alcuni o tutti i sintomi usuali di infezione del tratto urinario[1]

  • Sensazione di dolore e bruciore nella vescica e/o nell'uretra durante la minzione
  • Necessità frequente e urgente di urinare (spesso di notte)
  • Nonostante l'impulso di urinare, solo una piccola quantità di urina viene escreta
  • Dolore addominale
  • Urina lattiginosa, torbida o rossastra
  • Cattivo e forte odore di urina
  • Stanchezza, mancanza di energie
  • Talvolta sangue nelle urine
  • Incontinenza (incapacità di trattenere l'urina)
  • Eventuali rapporti dolorosi

Se l'infezione si è già irradiata a tutta la vescica o persino ai reni, possono manifestarsi i seguenti sintomi:

  • Pressione scomoda sull'osso pubico
  • Febbre e brividi; possono indicare che l'infezione ha raggiunto i reni
  • Dolore addominale o alla schiena (talvolta anche sul fianco)

Se compaiono sintomi quali brividi, nausea o dolore al centro della schiena, ciò può indicare che l'infezione ha già raggiunto i reni. In questo caso, è assolutamente importante rivolgersi ad un medico. Le infezioni renali richiedono antibiotici per prevenire danni renali potenzialmente permanenti e pericolosi per la vita.

Tuttavia, la maggior parte delle infezioni delle vie urinarie può essere trattata in modo sicuro senza antibiotici, solo con D-mannosio. È importante dunque saper riconoscere i segni precoci di una cistite e assumere immediatamente D-mannosio per stroncare sul nascere l'infezione del tratto urinario con mezzi naturali.

Trattamento della cistite

Occasionalmente, l'irritazione causata da infezioni del tratto urinario scompare senza un trattamento specifico bevendo molta acqua. Tuttavia, se l'infezione persiste per più di 2 giorni, è importante adottare misure per contenere l'infezione, perché se i batteri raggiungono il rene attraverso il tratto urinario, ciò può causare un'infezione renale, che è molto più grave.

Il trattamento medico più comune per le infezioni del tratto urinario è la terapia antibiotica, che solitamente dura una settimana. La terapia ha lo scopo di uccidere i batteri che causano l'infezione e può comportare diversi effetti collaterali. Gli antibiotici di solito lavorano contro un ampio spettro di batteri, uccidendo anche quelli benefici per la salute dell'intestino, della vagina e del tratto urinario. Questo fenomeno può rendere la persona più vulnerabile a infezioni future, non solo nelle vie urinarie, ma anche in altre aree del corpo (ad es. infezioni fungine nelle donne).

In caso di abuso e di assunzione eccessiva di antibiotici, i batteri possono diventare resistenti anche a questi farmaci e trovare un modo per sopravvivere. Ciò significa che gli antibiotici non sempre si rivelano efficaci contro la cistite.

Svantaggi della terapia antibiotica

Purtroppo, gli antibiotici con un ampio spettro di attività hanno lo svantaggio di uccidere non solo i batteri nocivi, ma anche i batteri benefici per la salute dell'intestino, della vagina e del tratto urinario.

La relazione tra le vie urinarie e le infezioni fungine è così comune che molti medici prescrivono antibiotici insieme a una crema antimicotica vaginale. L'eliminazione di batteri utili può persino gettare le basi per un circolo vizioso di infezioni urogenitali e lasciare una donna vulnerabile alle infezioni ricorrenti fungine e delle vie urinarie.

La seconda possibile complicazione è la cistite interstiziale (IZ) o l'infiammazione cronica della parete vescicale. L'IZ si verifica quando gli antibiotici sopravvivono ai batteri bersaglio e la loro presenza infiamma il rivestimento della vescica. Pertanto, le terapie prescritte correttamente per le infezioni delle vie urinarie sono quanto più brevi possibili per evitare questo problema.

Esiste un'alternativa migliore. Invece di dipendere dagli antibiotici, puoi adottare un approccio olistico che rafforza la vescica contro i batteri che la invadono. È anche possibile prevenire le infezioni del tratto urinario attuando alcune semplici modifiche nello stile di vita. Impara a riconoscere i sintomi di un'infezione in corso e agisci quanto prima con mezzi naturali.

In che modo puoi prevenire la cistite?

Il corpo dispone di una serie di meccanismi per ridurre la probabilità di infezione da batteri quali E. coli. Le urine hanno un pH naturale che impedisce la crescita batterica. La normale minzione elimina i batteri che cercano di salire attraverso l'uretra. L'interno della vescica ha proprietà antimicrobiche naturali e, quando i batteri cominciano a moltiplicarsi, il sistema immunitario inizia a produrre più globuli bianchi che combattono l'infezione.

Quando le barriere del corpo si rompono e si sviluppa un'infezione alla vescica, è importante combattere quest'ultima mediante un rimedio domestico o naturale efficace, come il D-mannosio o, qualora non fosse possibile evitarlo, assumendo un antibiotico. Perché se batteri quali E. coli raggiungono il tratto urinario, possono causare una grave infezione renale.

Il fattore più importante per la salute generale delle vie urinarie è bere ogni giorno molta acqua fresca e pura (8-10 bicchieri). Ciò favorisce il flusso urinario, mantiene pulita la vescica e previene la crescita eccessiva di batteri nocivi.

  • Urina quando ne senti la necessità: non resistere all'impulso di andare in bagno.
  • Pulisci da davanti a dietro per impedire ai batteri di penetrare nell'uretra.
  • Prediligi la doccia invece del bagno: evita gli idromassaggi e le vasche idromassaggio.
  • Pulisci l'area genitale prima e dopo il rapporto sessuale e fa' in modo il tuo partner faccia lo stesso.
  • Le donne dovrebbero evitare gli spray igienici che potrebbero irritare l'uretra.
  • Utilizza solo carta igienica bianca non patinata per evitare possibili reazioni cromatiche o, meglio ancora, fai un bidet.
  • Evita caffeina, alcol e cibi piccanti che possono irritare ulteriormente la vescica.
  • Una dieta ricca di cibi naturalmente fermentati come crauti e kefir nutre i batteri sani e benefici nel corpo e protegge il tratto urinario dagli intrusi.
  • Evita lo zucchero o altri dolcificanti. Lo zucchero influenza la capacità del corpo di combattere le infezioni. I peggiori dolci sono probabilmente quelli ad alto contenuto di fruttosio, come ad esempio le bibite.
  • Sostieni il tuo sistema immunitario attraverso un'alimentazione organica e olistica che prevede tanta frutta e verdura fresca.
  • Indossa biancheria intima di cotone o con un cavallo in cotone. I materiali sintetici trattengono l'umidità lasciando un terreno fertile ai batteri cattivi..
  • Non immergerti in un bagno di schiuma e non usare sapone sui tessuti sensibili dell'uretra o del cavo vaginale. In generale, è preferibile fare la doccia piuttosto che il bagno e sciacquare la zona genitale con acqua pulita, sufficiente per la pulizia. Se vuoi fare un bagno, assicurati che non ci siano residui di detergenti nella vasca.
  • Se sei in menopausa e hai frequenti infezioni alle vie urinarie, valuta insieme al tuo medico la possibilità di un estrogeno vaginale.
  • Se soffri di infezioni ricorrenti alle vie urinarie, vale la pena esaminare la possibilità di allergie alimentari. Un diario nutrizionale aiuta a identificare gli alimenti problematici. Le reazioni allergiche possono causare gonfiore e infiammazione nell'uretra e nella vescica, rendendo molto più difficile il trattamento delle infezioni del tratto urinario.
  • L'esame più affidabile per le allergie alimentari è il self test, che può aiutare a identificare gli allergeni e a porre fine alla frustrazione dovuta a infezioni ricorrenti del tratto urinario. Inizia evitando i principali gruppi alimentari che causano reazioni allergiche: latticini, glutine/frumento, soia, mais, uova e agrumi (vedi La dieta che elimina le allergie).
  • Gestisci lo stress utilizzando tecniche di riduzione dello stress come la meditazione o lo yoga, o semplicemente prendendoti 20 minuti al giorno per te.

Studi e referenze

  1. National Kidney and Urologic Diseases Information Clearinghouse.Urinary Tract Infections in Adults.
D-mannosio
D-Mannose ist die natürliche Alternative bei Harnwegsinfekt. Jeder, der einmal einen Harnwegsinfekt hatte, kennt die höllischen Schmerzen. Personen, die oft darunter leiden wissen, dass Antibiotika nicht die...

Prodotti consigliati

I vostri vantaggi

  • CONSEGNA GRATUITA

  • GARANZIA DI RIMBORSO VALIDA 100 GIORNI

  • RISPARMIA FINO AL 20%

    con i nostri sconti sulle quantità e il 5% di extra bonus

  • COMODO PAGAMENTO

    PayPal, Carta di credito, Addebito diretto

Cosa dicono di noi i nostri clienti

La nostra raccomandazione
Natural D-Mannose

34,90 € *

Consegna GRATUITA

Maggiori informazioni