Depressione: perché si manifesta e cosa fare al riguardo

Ognuno di noi attraversa fasi in cui ci si sente infelici o tristi. Tuttavia, se ci si sente sconsolati in modo inappropriato per un lungo periodo di tempo, questo può essere un'indicazione di depressione.

In caso di depressione, il metabolismo del cervello è alterato. La serotonina e la norepinefrina non vengono prodotte nella giusta quantità e l'umore si sbilancia.

Burnout o depressione?

Gli statid' animo depressivi associati a massicci sintomi di esaurimento sono spesso indicati come burnout. Poiché non esiste una definizione chiara del termine, il suo uso è un po' 'confuso.

Il termine burnout riassume vari sintomi psicologici che richiedono una terapia diversificata.

Poiché il termine descrive la malattia come il risultato di richieste eccessive, si evita l'immagine negativa associata alla malattia mentale. Tuttavia, identificare lo stress come l'unico fattore scatenante per la depressione è piuttosto riduttivo.

La depressione può colpire chiunque

Si presume che circa il 5% della popolazione totale soffra di stati d'animo depressivi che richiedono un trattamento. È probabile che il numero di casi non segnalati sia maggiore.

Nei casi con un decorso grave della malattia, tuttavia, la depressione può incidere sulla qualità della vita in maniera così grave che si diventa incapaci di lavorare. Sono colpiti uomini e donne, bambini e giovani.

I sintomi della depressione possono essere molteplici: dall'incapacità di divertirsi, ai disturbi del sonno, alla perdita di appetito, alla totale svogliatezza, fino agli attacchi di panico o al torpore e al vuoto interiore.

Sebbene i sintomi principali siano equiparabili nelle persone colpite, ci sono differenze specifiche di genere: gli uomini hanno tendenze più aggressive con rabbia auto-distruttiva e tendenze suicide.

Nelle donne è più probabile che si osservi un rinchiudersi in sé stessi, accompagnato dal rimuginare e dall'ansia. Nei bambini, la depressione si manifesta attraverso l'indifferenza, l'irritazione, i disturbi alimentari e l'auto-manipolazione come il succhiare il pollice.

Depressione: diagnosi dei sintomi

I sintomi sono vari e non specifici. La diagnosi di depressione è quindi spesso basata sul principio di esclusione. Per una diagnosi affidabile, è fondamentale escludere malattie con gli stessi sintomi.

Questi includono malattie del sistema cardiovascolare e malattie della tiroide o del pancreas, che influenzano l'equilibrio ormonale.

Fino a poco tempo fa venivano descritte varie forme di depressione in base al contesto in cui si manifestavano. Le depressioni causate dai disturbi metabolici nel cervello venivano definite endogene, cioè depressioni interne.

Se si assumevano fattori esterni come causa, si parlava di depressione nevrotica o, nel caso di esperienze traumatiche a breve termine, di depressione reattiva. Termini speciali come disturbo bipolare, che descrive l'alternanza di stati d'animo alti e bassi, o termini come depressione invernale, senile e depressione in gravidanza o post-parto descrivono forme speciali.

Oggi si ritiene che il principio di causa ed effetto non sia sufficiente per descrivere le malattie depressive. Piuttosto, si presume che i fattori interni ed esterni si influenzino a vicenda in modi complessi.

Di conseguenza è stata stabilita una pratica diagnostica descrittiva in cui i rispettivi sintomi sono descritti utilizzando uno schema generalmente applicabile e sono classificati in base alla loro intensità.

I ricercatori presumono che esista una predisposizione ereditaria alla depressione. Usando la cosiddetta ricerca sulla resilienza, gli scienziati cercano di determinare le cause genetiche che rendono alcune persone più resistenti a situazioni di vita altamente stressanti rispetto ad altre. I risultati della ricerca potrebbero quindi aiutare a sviluppare terapie per i pazienti con depressione.

Cause neurobiologiche e socioculturali della depressione

I neurotrasmettitori serotonina e noradrenalina svolgono un ruolo importante nella trasmissione degli stimoli dei nervi. Nella depressione, il metabolismo cerebrale è disturbato e la serotonina e la norepinefrina non sono disponibili nelle giuste quantità.

Ciò modifica l'irritabilità dei nervi, che può causare cambiamenti di umore e altri sintomi tipici della depressione.

La psiche umana è un costrutto complesso che è influenzato da molti fattori esterni. Diverse teorie presumono che ci siano alcuni bisogni psicologici di base che devono essere soddisfatti affinché l'umore sia in equilibrio.

Vengono menzionati continuamente l'ambiente sociale (partner, famiglia e amici), il bisogno di sicurezza (protezione della vita, sicurezza finanziaria, casa) e il significato della vita (lavoro e professione, compiti, necessità).

Se uno dei bisogni fondamentali non viene più soddisfatto per un periodo di tempo più lungo o improvvisamente, la psiche perde il suo equilibrio. Può verificarsi la depressione.

Terapia della depressione

La depressione viene solitamente trattata con i farmaci o con la psicoterapia. Spesso entrambi i metodi di trattamento sono combinati. Molto spesso, gli antidepressivi vengono prescritti per trattare i disturbi metabolici ormonali.

Oggi, a causa dei loro bassi effetti collaterali, vengono prescritti principalmente i cosiddetti inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI). Con il trattamento psicoterapeutico, il problema di ciascun paziente può essere affrontato in modo specifico.

È disponibile un'ampia gamma di metodi, dalla psicoterapia della conversazione alla psicoterapia analitica, dalla terapia cognitivo-comportamentale al gioco di ruolo.

I micronutrienti naturali possono aiutare

I principi attivi naturali come il 5-HTP e il triptofano possono anche risollevare l'umore aumentando il livello di serotonina. Studi recenti suggeriscono anche che gli acidi grassi omega 3 hanno effetti di miglioramento sull'umore.

Tuttavia, questi devono essere assunti dopo aver consultato il medico in combinazione con la terapia farmacologica abituale.

Prevenire la depressione

Anche se non è possibile influenzare tutti i fattori esterni ed interni che possono portare alla depressione, è comunque possibile utilizzare la profilassi contro la depressione nell'ambito delle proprie possibilità.

Chiunque eviti lo stress permanente, abbia un sano rapporto tra lavoro e tempo libero, mantenga legami familiari e amicizie, chi presta attenzione a una sana alimentazione, fa sufficiente esercizio fisico ed ha un ragionevole ciclo sonno-veglia, dà un importante contributo alla propria salute mentale.

Depressione
Le persone depresse non provano più gioia, perdono i vecchi interessi, sono svogliate e spesso soffrono di disturbi del sonno. È stato dimostrato che i principi attivi vegetali come la rodiola rosea e l'ashw...

Prodotti consigliati

I vostri vantaggi

  • CONSEGNA GRATUITA

  • GARANZIA DI RIMBORSO VALIDA 100 GIORNI

  • RISPARMIA FINO AL 20%

    con i nostri sconti sulle quantità e il 5% di extra bonus

  • COMODO PAGAMENTO

    PayPal, Carta di credito, Addebito diretto

Cosa dicono di noi i nostri clienti