Astaxantina: il potere antiossidante delle alghe

Informazioni, benefici, dosaggio, effetti collaterali

L'Astaxantina mantiene giovani e in forma, aumenta le prestazioni, protegge il cuore, aiuta in caso di dolori articolari, riduce i processi infiammatori, rafforza il sistema immunitario, migliora la vista, aiuta in caso di infertilità, agisce come protezione solare naturale dall'interno e molto altro ancora. [1]

Che cos'è l'astaxantina?

La crescente popolarità dell'astaxantina come integratore alimentare anti-età è stata confermata da rinomati ricercatori, specialisti della salute e atleti professionisti di tutto il mondo.

L'astaxantina è il più potente antiossidante e quindi il più forte spazzino dei radicali delle molecole di ossigeno singoletto:

  • 6000 volte più forte della vitamina C
  • 800 volte più forte del Coenzima Q10
  • 550 volte più forte delle catechine del tè verde
  • 550 volte più forte della vitamina E (alfa tocoferolo)
  • 75 volte più forte dell'acido alfalipoico
  • 40 volte più forte del beta-carotene
  • 17 volte più forte degli OPC estratti dai semi dell'uva

Cosa sono i radicali liberi?

I radicali liberi sono composti altamente reattivi che si formano costantemente nel nostro organismo, un processo naturale negli organismi viventi. Si trovano nell'aria inquinata, nel fumo di sigaretta, nella luce solare ultravioletta (UV) e nel grasso rancido. I problemi si verificano solo quando non ci sono antiossidanti disponibili per controllare queste molecole aggressive e quindi il loro danno alle cellule dell'organismo.

Gli antiossidanti disinnescano così i pericolosi radicali liberi prima che abbiano la possibilità di danneggiare le proteine, i grassi e il DNA delle cellule attraverso l'ossidazione. Questo danno fa invecchiare più velocemente le persone e favorisce lo sviluppo di malattie come il cancro, le malattie cardiache, il deterioramento cognitivo, il diabete e molte altre.[2]

Astaxantina: il potente antiossidante

È quindi necessario un sufficiente apporto di antiossidanti per proteggere le cellule del corpo dai radicali liberi. L'astaxantina, un carotenoide, è considerato il più forte spazzino dei radicali. Da un lato, assorbe l'energia liberata dai radicali liberi che porta alla decomposizione del carotenoide, ma allo stesso tempo impedisce che le cellule circostanti vengano danneggiate.

I radicali liberi danneggiano le cellule del corpo strappando un elettrone dalle molecole del corpo stesso. Questa molecola diventa quindi anche un radicale libero, innescando una reazione a catena che porta al collasso di una cellula vivente. L'astaxantina può neutralizzare i radicali liberi e quindi interrompere questa reazione a catena e quindi l'effetto dannoso.

È importante sapere che i danni causati dai radicali liberi aumentano con l'avanzare dell'età, rendendo sempre più importante l'assunzione di antiossidanti come l'astaxantina.

L'astaxantina fornisce una protezione cellulare unica nel suo genere, perché la sua struttura a catena lunga e i gruppi terminali polari possono rivestire la membrana cellulare a doppio strato, il che rende l'astaxantina in grado di proteggere molto meglio contro lo stress ossidativo.

L'astaxantina può neutralizzare i radicali liberi sia nelle zone di acqua che in quelle di grasso della membrana cellulare. Questa è una grande differenza rispetto ad altri antiossidanti che funzionano solo all'interno (come la vitamina E e il betacarotene) o all'esterno (come la vitamina C) della membrana cellulare.

L'astaxantina ha anche il più alto valore ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity) di tutte le sostanze antiossidanti super-nutrienti. L'ORAC è un metodo per misurare il potere antiossidante contro i radicali perossilici, i radicali idrossilici, i radicali perossinitrito, i radicali superossido e l'ossigeno singoletto.

Perché l'astaxantina è superiore agli altri antiossidanti?

L'astaxantina è superiore ad altri antiossidanti perché la sua struttura a catena lunga e i gruppi terminali polari possono rivestire la membrana cellulare a doppio strato, il che significa che l'astaxantina può proteggere molto meglio contro lo stress ossidativo.

L'astaxantina può neutralizzare i radicali liberi sia nelle aree della membrana cellulare solubili in acqua che in quelle liposolubili. Questo rappresenta una grande differenza rispetto ad altri antiossidanti che agiscono solo all'interno (come la vitamina E e il betacarotene) o all'esterno (come la vitamina C) della membrana cellulare.[3]

Astaxantina: un'eccellente protezione dei mitocondri

La ricerca mostra quanto segue:

  • L'astaxantina è 1.000 volte più efficace contro la perossidazione dei lipidi nei mitocondri rispetto alla vitamina E
  • L'astaxantina protegge gli antiossidanti endogeni dalla degradazione precoce
  • L'astaxantina riduce i danni al DNA e la morte prematura delle cellule causata dall'ossidazione e dall'ossigeno C-reattivo nel plasma sanguigno
  • L'astaxantina attraversa la barriera emato-retinica del cervello, che ha effetti neuroprotettivi e riduce l'affaticamento degli occhi
  • L'astaxantina è un efficace antinfiammatorio. Diversi studi in vitro e in vivo dimostrano che l'astaxantina sopprime fortemente la traslocazione nucleare della risposta infiammatoria NFkB, che è la causa principale della maggior parte delle malattie degenerative.

Quali sono i benefici dell'astaxantina?

  • protegge la pelle dai danni dei raggi UV, che potrebbero danneggiare il DNA della pelle
  • contrasta l'invecchiamento precoce della pelle e quindi la formazione di rughe [4] [5]
  • combatte lo sviluppo delle lentiggini e delle macchie dell'età
  • migliora la memoria a breve termine e previene la demenza [6]
  • riduce l'ossidazione delle LDL nel sangue e quindi il rischio di arteriosclerosi
  • aumenta i livelli di HDL e riduce i trigliceridi
  • migliora le difese immunitarie dell'organismo
  • protegge le cellule del corpo dalla degenerazione e può quindi ridurre il rischio di cancro[7]
  • riduce l'effetto dannoso della glicemia alta
  • può alleviare il bruciore di stomaco causato dall'Helicobacter pylori
  • migliora la funzione della retina centrale e protegge gli occhi dai raggi UV
  • può ridurre l'intensità e la durata della sindrome del tunnel carpale
  • migliora la qualità e la funzionalità dello sperma
  • può aumentare le prestazioni atletiche fino al 55%.

Qual è il dosaggio ideale di astaxantina?

In generale, gli esperti raccomandano un'assunzione di 4-8 mg di astaxantina al giorno. Questa è considerata anche la dose ideale per gli atleti che sono sotto forte stress ossidativo, per le persone che sono esposte a eccessiva luce solare, o per le persone come i piloti che sono esposti a grandi quantità di radiazioni ionizzanti.

Poiché l'astaxantina si accumula nell'organismo, i suoi benefici aumentano se assunta regolarmente. Se si soffre di problemi di salute specifici, è possibile iniziare con una dose più alta per qualche settimana e poi ridurla.

Finora, nessuno ha fissato un livello massimo e quindi determinato la dose massima di astaxantina che il corpo può assorbire. Nota bene: l'astaxantina non è una medicina, ma un micronutriente che si trova in natura in alimenti che sono stati assunti per migliaia di anni.

In vari studi clinici con persone che assumevano astaxantina per determinare il suo effetto su vari problemi di salute, il dosaggio variava da 1,8 mg-100 mg al giorno, sia in una singola dose che distribuito nel corso della giornata.

Le persone che soffrono di artrite, tendovaginite o sindrome del tunnel carpale potrebbero quindi iniziare con una dose di astaxantina da 12 mg al giorno, mentre chi assume l'astaxantina solo per il suo effetto antiossidante o vuole rafforzare il suo sistema immunitario potrebbe iniziare con una dose di 4 mg al giorno.

Come menzionato altrove, l'astaxantina è anche un componente dell'olio di krill. A seconda della marca di olio di krill, l'astaxantina per dose raccomandata di olio di krill varia tra 40 microgrammi e 1,2 milligrammi per dose.

L'astaxantina ha effetti collaterali?

Sono stati condotti numerosi studi per valutare la sicurezza dell'astaxantina. In nessuno di questi studi sono stati osservati effetti collaterali.

Alcune informazioni su Internet indicano che l'assunzione eccessiva di astaxantina può portare ad arrossamenti della pelle (paragonabili al consumo eccessivo di succo di carota, che porta ad un colore arancione causato dal beta-carotene). Tuttavia, non abbiamo trovato alcuno studio scientifico al riguardo.

Nessuno dei seguenti effetti collaterali è stato segnalato durante l'assunzione di astaxantina naturale da Haematocuccus pluvialis:

  • Segni di tossicità
  • Interazioni negative con un farmaco
  • Interazioni negative con un integratore alimentare
  • Interazioni negative con il cibo
  • Reazioni allergiche

Sono stati condotti almeno otto studi clinici con più di 180 persone, valutando la sicurezza dell'astaxantina, la biodisponibilità e gli aspetti clinici rilevanti per lo stress ossidativo, l'infiammazione o il sistema cardiovascolare. Non sono stati osservati effetti collaterali.

Uno studio ha dimostrato la sicurezza dell'astaxantina esaminando 35 adulti sani di età compresa tra i 35 e i 69 anni in uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo. 19 partecipanti hanno preso tre capsule al giorno, ciascuna contenente 2 mg di astaxantina in olio di cartamo.

Il resto ha ricevuto un placebo contenente solo olio di cartamo. Dopo otto settimane ricercatori non hanno trovato differenze significative tra il gruppo trattato e il gruppo placebo e hanno concluso che 6 mg di astaxantina dall'estratto di alghe H. pluvialis al giorno possono essere tranquillamente consumati da adulti sani.

Secondo numerosi studi su persone che hanno assunto l'astaxantina naturale da una varietà di fonti e in molte dosi diverse, non ci sono preoccupazioni circa gli effetti collaterali.

L'astaxantina, che deriva da ceppi mutanti del fungo del lievito Phaffia rhodozyma (al contrario dell'astaxantina naturale), è stata approvata per alcuni tipi di alimentazione animale, ma è approvata solo in misura molto limitata per gli esseri umani ed è completamente vietata in molti paesi. Non si sa abbastanza di questo ceppo per poter parlare con certezza dei suoi pericoli o degli effetti collaterali.

L'astaxantina e il cuore

Le malattie cardiovascolari sono state la principale causa di morte negli Stati Uniti ogni anno dal 1900 (tranne che nel 1918, durante l'epidemia di influenza).

In questo paese, una persona ogni 35 secondi muore di malattia cardiovascolare. Le malattie cardiovascolari hanno più persone sulla coscienza rispetto alle quattro cause di morte successive messe insieme (cancro, malattie croniche delle vie respiratorie inferiori, incidenti e diabete).

Se le malattie cardiovascolari potessero essere sconfitte, l'aspettativa di vita aumenterebbe a passi da gigante di quasi sette anni.

L'astaxantina è positiva per i lipidi del sangue

I grassi nel sangue (lipidi) sono il componente principale delle cellule vegetali e animali e sono vitali per il nostro intero sistema, poiché fungono da fonte di carburante. L'astaxantina ha una più forte attività antiossidante rispetto ad altri carotenoidi nel proteggere i lipidi del sangue.

Quando è presente più astaxantina, la produzione di colesterolo HDL (il colesterolo 'buono') aumenta e il colesterolo LDL (il colesterolo 'cattivo') è protetto dai danni dei radicali liberi.

Il danno al colesterolo LDL da parte dei radicali liberi è un passo importante nello sviluppo dell'arteriosclerosi, poiché le LDL ossidate danneggiano il rivestimento dei vasi sanguigni.

Gli adulti che assumono un integratore di astaxantina sono stati confrontati con un gruppo che non assumeva un integratore. Coloro che hanno preso l'astaxantina avevano un'ossidazione LDL nel sangue molto più bassa, riducendo il rischio di arteriosclerosi.

L'astaxantina protegge il cuore

I ricercatori dell'Università di Kuopio in Finlandia hanno studiato la protezione della salute del cuore con l'astaxantina in modo più dettagliato in un gruppo di non fumatori sani.

In questo studio in doppio cieco, la metà degli uomini ha ricevuto 8 mg di astaxantina come integratore alimentare, mentre l'altra metà ha ricevuto un placebo. Durante il periodo di studio di tre mesi, i ricercatori hanno misurato i livelli di astaxantina e monitorato la perossidazione dei lipidi.

L'astaxantina era ben tollerata e il suo assorbimento era buono. I livelli ematici di astaxantina del gruppo che assumeva l'integratore erano aumentati in modo significativo. Ancora più importante è stato il fatto che l'ossidazione degli acidi grassi durante l'assunzione di astaxantina è stata notevolmente ridotta.

In un altro studio clinico, ad adulti mediamente sani è stata somministrata astaxantina a dosi di 0, 6, 12 o 18 mg al giorno per tre mesi.[8]

Tutti coloro che hanno preso l'astaxantina in qualsiasi dosaggio hanno tratto beneficio dalla diminuzione dei livelli di trigliceridi e dall'aumento dei livelli di HDL, entrambi contribuiscono alla salute del cuore. Le dosi di 12 e 18 mg di astaxantina sono state particolarmente efficaci nel ridurre i livelli di trigliceridi.

Un altro risultato degno di nota di questo studio è stato che l'assunzione di astaxantina in dosi di 12 e 18 mg ha aumentato la quantità di adiponectina prodotta.

L'adiponectina è un ormone prodotto dalle cellule di grasso. Ha diversi effetti positivi sul corpo e aiuta, ad esempio, l'insulina a controllare più efficacemente lo zucchero nel sangue.[9]

L'astaxantina abbassa la pressione sanguigna

L'astaxantina sembra avere molti effetti positivi sul sistema circolatorio.

Quando un gruppo di 20 uomini ha preso l'astaxantina o un placebo, i ricercatori hanno scoperto un significativo aumento del flusso sanguigno nei capillari periferici.

Un'altra area in cui l'astaxantina sta mostrando risultati promettenti è il raggiungimento di una pressione sanguigna salutare.

In uno studio su 20 donne sane in menopausa, è stato trovato che una somministrazione di astaxantina per otto settimane come integratore alimentare ha ridotto significativamente la pressione sanguigna sia sistolica che diastolica.

Un altro studio su un gruppo di 127 adulti ha mostrato una significativa diminuzione della pressione sanguigna sistolica dopo aver assunto 4 mg di astaxantina al giorno per un solo mese.

Astaxantina e infertilità

Un uomo in età fertile su dieci è affetto da infertilità, l'incapacità di ottenere una gravidanza dopo almeno un anno di rapporti sessuali non protetti. Lo sperma può essere esposto a specie reattive dell'ossigeno e da esse danneggiato.

Una maggiore formazione di questi radicali liberi può essere osservata in molti uomini meno fertili. Le cellule dello sperma non hanno un sistema di difesa contro i radicali liberi e sono molto sensibili agli attacchi dei radicali liberi a causa degli acidi grassi presenti nella membrana dello sperma.

Questo è il punto in cui entra in gioco l'astaxantina. Gli studi sugli esseri umani documentano che la qualità e la funzione dello sperma migliorano quando viene assunta l'astaxantina come integratore alimentare.[10]

Anche se questa è una buona notizia, è ancora più importante per le coppie ottenere una gravidanza. Questo studio dimostra che gli integratori di astaxantina hanno aumentato sia il numero di gravidanze spontanee sia il numero di gravidanze dopo l'inseminazione intrauterina.

Quando un gruppo di 30 uomini sterili (con le loro partner) si è sottoposto a un trattamento per l'infertilità (per lo più inseminazione intrauterina), i ricercatori hanno somministrato agli uomini un placebo o una dose giornaliera di 16 mg di astaxantina sotto forma di integratore alimentare per un periodo di tre mesi.

Nel gruppo che assumeva l'astaxantina, il numero di specie reattive dell'ossigeno è diminuito significativamente e la velocità degli spermatozoi è aumentata. Circa il 10% delle partner del gruppo placebo è rimastoa incinto durante lo studio, mentre il 55% delle partner del gruppo che astaxantina è rimastoa incinto.[11]

Astaxantina e testosterone

I cambiamenti ormonali sono una parte naturale dell'invecchiamento negli uomini, ma a differenza della menopausa femminile (che si verifica in un periodo di tempo relativamente breve), la menopausa maschile - o andropausa - è un evento più lungo e più lento in cui i livelli di testosterone diminuiscono in modo uniforme ad ogni decennio a partire dai 40 anni.

Bassi livelli di testosterone riducono la massa muscolare, la libido e l'energia, aumentando il rischio di depressione. L'astaxantina può aiutare a mantenere i livelli naturali di testosterone negli uomini che invecchiano. Un gruppo di 42 uomini sani ha preso una o due dosi di una combinazione di astaxantina e estratto di palmetto ogni giorno per due settimane.

Sia nel gruppo che ha preso la dose elevata che nel gruppo che ha preso la dose bassa, è stato osservato un aumento dei livelli di testosterone dopo soli tre giorni, dimostrando che anche una dose più bassa è efficace.

L'astaxantina e il sistema immunitario

Le cellule del sistema immunitario sono estremamente sensibili ai danni dei radicali liberi, anche perché le loro membrane cellulari contengono un'alta percentuale di acidi grassi polinsaturi (un importante bersaglio di radicali liberi).

Gli antiossidanti in generale, e l'astaxantina in particolare, forniscono un'importante protezione contro gli attacchi dei radicali liberi per mantenere le difese del sistema immunitario.

Anche se ci sono numerosi studi sugli animali e in laboratorio che si occupano di astaxantina e immunità, fino a poco tempo fa mancava la ricerca clinica sull'uomo.

Nel primo studio sugli esseri umani che indaga gli effetti dell'astaxantina sulla risposta immunitaria, i ricercatori della Washington State University hanno diviso 42 donne in tre gruppi:[12]

  • Placebo
  • 2 mg di astaxantina
  • 8 mg di astaxantina

Dopo otto settimane di assunzione di questo dosaggio quotidiano di astaxantina, la quantità di astaxantina nel sangue di entrambi i gruppi che assumevano l'astaxantina era significativamente più alta.

Entrambi i gruppi che assumevano l'astaxantina hanno migliorato l'attività delle cellule killer naturali che prendono di mira e distruggono le cellule infettate da virus.

L'assunzione di astaxantina ha anche aumentato i livelli di cellule T e B, che sono cellule essenziali del sistema immunitario. Questo studio ha anche trovato che un marcatore di danno al DNA era significativamente più basso nei gruppi che assumevano l'astaxantina che nel gruppo che assumeva placebo.

Inoltre, le donne che hanno assunto un integratore di astaxantina avevano significativamente meno proteina C reattiva (un marcatore di infiammazione).

Durante l'infiammazione, un radicale libero, la molecola reattiva dell'ossigeno, viene rilasciato nel sito dell'infiammazione, rendendo il tessuto circostante suscettibile di danni da radicali liberi.

Queste molecole reattive di ossigeno possono peggiorare i problemi di salute associati all'infiammazione.

Astaxantina e sport

In uno studio innovativo sull'astaxantina del 2008, è stata trovato che l'astaxantina migliora significativamente la resistenza atletica e la forza nei bodybuilder e negli atleti agonisti. La performance atletica è migliorata del 55% in coloro che hanno assunto solo 4 mg di astaxantina al giorno per sei mesi.

Lo studio sull'astaxantina del 2008 di Curt Malmsten e Ake Lignell ha trattato gli effetti dell'astaxantina sulle prestazioni fisiche:

Quaranta studenti hanno partecipato a questo studio in doppio cieco, controllato con placebo, sull'astaxantina. Venti studenti hanno ricevuto capsule contenenti 4 mg di astaxantina. Gli altri venti hanno ricevuto un placebo per sei mesi.

Gli indicatori di forza fisica studiati sono stati forza/resistenza, fitness e forza/esplosività, utilizzando esercizi standard per misurarli.

La forza di base di ogni studente è stata testata prima di assumere l'integratore di astaxantina. Gli studenti che hanno preso l'astaxantina vera e propria per sei mesi hanno aumentato il numero medio di squat del 54,9% o 27,05 squat (da 49,32 a 76,37).[13]

Miglioramento della performance atletica dopo 6 mesi

Il rendimento degli studenti che hanno preso il placebo è migliorato del 19,5% o 9,0 squat (da 46,06 a 55,06). L'aumento del gruppo che assume l'integratore di astaxantina è stato quindi tre volte superiore al miglioramento del gruppo placebo (P=0,047).

Nessuno degli altri test di resistenza differisce in modo significativo tra i gruppi alla fine del periodo di studio. Sulla base delle loro ricerche, i ricercatori hanno concluso che l'astaxantina migliora la forza e la resistenza nelle prestazioni atletiche.

I due ricercatori hanno trovato il miglioramento della forza e della resistenza estremamente interessante perché non c'è nessun meccanismo ovvio che possa spiegare le migliori prestazioni muscolari e la migliore tolleranza dell'acido lattico.

I benefici fisici dell'astaxantina non possono essere spiegati neanche con l'aumento della massa muscolare, poiché gli studenti non hanno avuto un aumento di peso significativo.

Si ipotizza che l'astaxantina protegga la membrana cellulare, compresa la membrana mitocondriale, dallo stress ossidativo associato ad un intenso esercizio fisico. È possibile che l'astaxantina garantisca la funzionalità delle cellule muscolari.

Ulteriori ricerche sull'astaxantina confermano il risultato

I ricercatori affermano che i benefici dell'astaxantina osservati per le prestazioni fisiche sono stati confermati da precedenti studi scientifici con l'astaxantina nei topi in cui il tempo di nuoto fino all'esaurimento è stato esteso [15], e da un altro studio sull' astaxantina che ha mostrato biomarcatori inferiori per l'affaticamento muscolare negli esseri umani.

L'astaxantina aumenta le prestazioni muscolari del 55% se ne vengono assunti 4 mg per 6 mesi. Questa è stata la conclusione principale della prima parte, e i ricercatori Lignell e Malmsten hanno anche esaminato i precedenti studi sull'astaxantina per trovare prove di come l'astaxantina migliori le prestazioni atletiche.

Precedenti studi sull'Astaxantina:

Prima che Malmsten e Lignell conducessero il loro studio di resistenza sull'astaxantina, lo scienziato Sawaki stava già indagando sugli effetti dell'astaxantina sulle prestazioni atletiche.

Nel suo studio sull'astaxantina ha confermato una migliore visione e un minore affaticamento muscolare negli esseri umani. La cosa più importante è che la ridotta fatica muscolare causata dall'astaxantina è stata osservata sotto forma di un livello significativamente più basso di creatina chinasi (CK) nel sangue delle persone che praticano sport.

Inoltre, l'acido lattico nel sangue degli sportivi è stato notevolmente ridotto con l'assunzione di astaxantina. Poiché la creatina chinasi e l'acido lattico sono biomarcatori di fatica accettati, Sawaki ha concluso che l'astaxantina riduce significativamente l'affaticamento muscolare negli esseri umani.

Meno fatica muscolare

Negli esperimenti sugli animali, lo scienziato Aoi ha dimostrato che l'astaxantina riduce i danni muscolari nei topi che vengono portati ai limiti delle loro prestazioni. Ha anche concluso che l'astaxantina migliora il metabolismo dei grassi muscolari durante l'allenamento proteggendo la carnitina mitocondriale dall'ossidazione.

L'astaxantina migliora la forma fisica

Gli effetti dell'astaxantina sul fitness sono stati misurati a meno del carico massimo fino al raggiungimento di un impulso costante. L'allenamento è stato eseguito come un esercizio a passi con un passo di 32 centimetri di altezza, facendo 25 passi al minuto.

Ogni persona è stata dotata di una bombola d'aria compressa da 17 kg, che viene utilizzata da chi indossa una protezione respiratoria.

Un impulso costante si considera raggiunto se la variazione dell'impulso da un minuto all'altro è inferiore a tre. Tutte le persone hanno raggiunto un impulso costante entro sei o nove minuti.

Gli effetti dell'astaxantina sulla forza/resistenza sono stati misurati determinando il numero di squat che ogni studente poteva eseguire su un multipress standard. Gli studenti si sono riscaldati per tre minuti in bicicletta.

Il ginocchio si piegava con un angolo di novanta gradi che era fissato da una sedia regolabile. Gli studenti hanno tenuto un manubrio del peso di 42,5 kg durante l'addestramento.

Gli effetti dell'astaxantina sulla forza/esplosività sono stati determinati per trenta secondi con una macchina Wingate. Anche in questo caso, gli studenti si sono riscaldati per tre minuti in bicicletta. L'esercizio di Wingate comprendeva il ciclismo con un carico calcolato individualmente in base al peso corporeo.

Il test ha preso in esame la potenza massima su cinque secondi: un periodo di riposo o di pedalata lenta su sessanta secondi, seguito da uno sforzo massimo su trenta secondi. Gli effetti sono stati determinati per questi ultimi trenta secondi.

Conclusioni dello studio sull'astaxantina

I gruppi astaxantina e placebo non hanno mostrato alcuna differenza di fitness. Il gruppo placebo ha guadagnato in media 2,1 kg, mentre il gruppo astaxantina ha guadagnato in media 1 kg.

La differenza nell'aumento di peso non era statisticamente significativa. Allo stesso modo, non è stata osservata alcuna differenza nella frequenza cardiaca a riposo tra gli studenti che hanno preso l'astaxantina e quelli che hanno preso il placebo. La frequenza cardiaca è diminuita di 1,31 al minuto in media nel gruppo placebo e di 1,75 al minuto in media nel gruppo astaxantina.

Anche gli effetti sulla forza/esplosività non sono stati significativi. La diminuzione media del gruppo placebo è stata di 5,81, mentre la diminuzione del gruppo astaxantina è stata di 4,13.

La conclusione principale dello studio clinico è stata che c'è stato un cambiamento significativo e positivo nella forza/resistenza nel gruppo di studenti che assumevano l'astaxantina. Il gruppo placebo ha aumentato il numero di squat di 9 (più o meno 6,28) dopo sei mesi.

Il gruppo astaxantina ha aumentato il numero di piegamenti del ginocchio di un significativo 27,05 (più o meno 6,12) rispetto ai risultati ottenuti prima di iniziare a prendere l'integratore di astaxantina. Gli scienziati sono convinti di questo risultato grazie a un valore P di 0,047.

I risultati originali dello studio sono stati pubblicati su Carotenoid Science, Vol.13, 2008 ISSN 1880-5671 21.

L'astaxantina protegge gli occhi

La degenerazione maculare legata all'età è una malattia progressiva che colpisce la parte centrale della retina chiamata macula. In realtà, è una delle principali cause di cecità.

È ampiamente dimostrato che due carotenoidi, la luteina e la zeaxantina, hanno un'influenza diretta sul decorso di questa malattia.

Si tratta dei carotenoidi più importanti nel pigmento maculare, attraverso i quali il pigmento maculare protegge dai danni alla retina causati dalla luce e dalla degenerazione maculare. Questi carotenoidi proteggono anche gli occhi dai danni indotti dai raggi UV causati dai radicali liberi.

È interessante notare che la struttura dell'astaxantina è molto simile a quella della luteina e della zeaxantina, il che significa che può avere un'attività antiossidante ancora più forte di questi carotenoidi in termini di protezione contro i raggi UV.

L'astaxantina può attraversare la barriera emato-encefalica ed è stato dimostrato che si deposita nella retina dei mammiferi. Gli studi sugli animali mostrano che i fotorecettori della retina degli animali che ricevono l'astaxantina come integratore alimentare sono meno danneggiati dalla luce UV e recuperano più rapidamente rispetto a quelli degli animali che non ricevono questo carotenoide.

Questa protezione della retina si ottiene in parte impedendo la degenerazione dei fotorecettori nell'occhio.

Alcuni ricercatori italiani hanno condotto uno studio clinico molto positivo sull'uomo per testare l'astaxantina per il trattamento della degenerazione maculare senile.

In questo studio, 27 pazienti con questa malattia dell'occhio hanno ricevuto o un integratore alimentare o una combinazione di 4 mg di astaxantina con altri integratori alimentari che supportano la vista (vitamina C, vitamina E, zinco, rame, luteina e zeaxantina).

Questo cocktail di integratori alimentari è stato assunto ogni giorno per 12 mesi. Un tale regime di integratori alimentari ha dimostrato di migliorare la funzione della retina centrale.

La cataratta è un altro motivo comune per la cecità e la riduzione della vista negli adulti più anziani. I fattori che ritardano o prevengono la cataratta possono migliorare notevolmente la qualità della vita di molti anziani.

I nutrizionisti tengono d'occhio da tempo gli integratori alimentari per il trattamento della cataratta, poiché i radicali liberi sono una delle cause principali della formazione della cataratta.

Uno studio sugli atleti (giocatori di pallamano) ha dimostrato che l'assunzione di astaxantina migliora l'acuità visiva - soprattutto la percezione della profondità.

Un altro studio sulle persone, questa volta impiegati d'ufficio che lavorano al computer tutto il giorno, ha scoperto che l'assunzione di un integratore di astaxantina porta a una migliore acuità visiva.

Astaxantina e pirosi

Gran parte della popolazione soffre di bruciore di stomaco e in generale di cattiva salute digestiva. I sintomi della dispepsia (indigestione, bruciore di stomaco e malessere generale nell'addome) sono molto comuni e colpiscono un quarto di tutti gli adulti. La maggior parte di questi sintomi sono associati all'infezione da Helicobacter pylori.

L'ambiente ostile dello stomaco previene normalmente l'infezione con i batteri più comuni che vengono ingeriti con l'assunzione di cibi e bevande non sterili.

L'Helicobacter pylori si distingue dagli altri batteri perché prospera negli acidi dello stomaco. Si stima che il 20% di tutte le persone di età inferiore ai 40 anni e il 50% di tutte le persone di età superiore ai 60 anni sia infettato da Helicobacter pylori.

L'infezione da Helicobacter pylori aumenta la produzione di specie reattive dell'ossigeno, che porta ad uno stress ossidativo molto maggiore nella parete dello stomaco e ad un'infiammazione.

In uno studio pilota, dieci partecipanti con infezione da Helicobacter pylori hanno preso l'astaxantina e hanno osservato un forte sollievo dei sintomi per i problemi di stomaco come il bruciore. Sulla base di questi risultati positivi, gli scienziati hanno condotto uno studio più ampio, in doppio cieco.

In questo studio, sono state confrontate diverse dosi di astaxantina (16mg o 40mg) con un placebo per un periodo di quattro settimane in un gruppo di 132 adulti affetti da dispepsia.

La dose più alta di astaxantina ha ridotto significativamente i sintomi del bruciore di stomaco, anche se questo effetto è stato osservato principalmente nei pazienti infettati con Helicobacter pylori.

Un ulteriore lavoro con i pazienti affetti da dispepsia ha confermato la capacità dell'astaxantina (40mg al giorno) di ridurre l'infiammazione dello stomaco nelle persone che sono risultate positive all'infezione da Helicobacter pylori.

In cosa si differenzia l'astaxantina naturale dall'astaxantina sintetica?

L'astaxantina naturale conferisce al salmone selvatico il suo colore. È biosintetizzato da microalghe verdi viventi (Haematococcus Pluvialis).

Quasi tutti gli studi che dimostrano gli effettivi benefici dell'astaxantina sulla salute umana sono stati condotti con l'astaxantina naturale.

L'astaxantina sintetica è utilizzata come additivo per salmoni, granchi, gamberi, polli e nella produzione di uova.

L'astaxantina sintetica non è destinata al consumo umano. Viene prodotto da prodotti petrolchimici e venduto sul mercato dell'alimentazione animale. Il salmone d'allevamento, ad esempio, viene solitamente nutrito con astaxantina sintetica molto più economica per dare alla sua carne un colore rosso più attraente - altrimenti sarebbe grigio chiaro e poco attraente per i consumatori.

Se si mangia salmone d'allevamento, si sta anche assumendo astaxantina sintetica, anche se attualmente non è approvato in nessun paese come integratore alimentare umano o come integratore alimentare in generale.

L'astaxantina dal lievito Phaffia rodozyma

L'astaxantina può essere ottenuta anche da ceppi mutati del fungo del lievito Phaffia rhodozyma, sebbene la sua struttura chimica sia completamente diversa da quella dell'astaxantina naturale. I produttori utilizzano la luce UV, le radiazioni gamma o le sostanze chimiche mutagene per produrre le mutazioni.

Cos'è l'astaxantina esterificata?

L'astaxantina, che viene ingerita da animali marini come il krill, i gamberi, il salmone selvatico e l'aragosta, è quasi sempre esterificata, il che significa che viene combinata con una o più molecole di acidi grassi, come nel caso dell'astaxantina naturale delle microalghe Haematococcus.

L'astaxantina da Phaffia rhodozyma non è esterificata, il che vale anche per l'astaxantina sintetica. L'astaxantina naturale è sempre combinatao con gli acidi grassi che sono attaccati alla fine della molecola di acidi grassi, con conseguente molecola esterificata.

L'astaxantina esterificata ha mostrato una maggiore stabilità e una migliore funzione biologica rispetto alle forme non esterificate che si trovano nelle forme sintetiche e nell'astaxantina derivata dalla Phaffia rhodozyma, che sono chiamate astaxantina 'libera'.

L'astaxantina nel cibo

L'astaxantina è presente in tracce in alcuni alimenti. L'astaxantina si trova nei seguenti alimenti:

  • Gamberi
  • Granchi
  • Aragosta (l'astaxantina è stata estratta per la prima volta in laboratorio dall'aragosta nel 1938)
  • Trota
  • Orata Rossa
  • Salmone
  • Caviale
  • Carote
  • Peperoncino
  • Altri ortaggi e frutta pigmentati rossi

Il salmone rosso ha la più alta quantità di astaxantina di tutte le specie di salmone, ovvero 30-58 mg per chilogrammo. Il salmone d'argento contiene la quantità immediatamente superiore con 9-29 mg per chilogrammo.

Anche il salmone selvatico, che si consuma spesso, ha un contenuto di astaxantina molto elevato, fino a 20 mg per chilogrammo. Si noti, tuttavia, che è necessario mangiare circa 165 grammi di salmone al giorno per assorbire 3,3 mg di astaxantina.

L'astaxantina naturale viene offerta anche come integratore alimentare che si ottiene dalle alghe. Alcuni produttori aggiungono l'astaxantina ai loro prodotti a base di olio di pesce per aumentarne le proprietà antiossidanti.

Studi e referenze

  1. Hussein G1, Sankawa U, Goto H, Matsumoto K, Watanabe H.Astaxanthin a carotenoid with potential in human health and nutrition.J Nat Prod. 2006 Mar;69(3):443-9.
  2. McNulty H, Jacob RF, Mason RP. Biologic activity of carotenoids related to distinct membrane physicochemical interactions. The American journal of cardiology. 2008 May 22;101(10A):20D-9D.
  3. McNulty H, Jacob RF, Mason RP. Biologic activity of carotenoids related to distinct membrane physicochemical interactions. The American journal of cardiology. 2008 May 22;101(10A):20D-9D.
  4. Tominaga K1, Hongo N, Karato M, Yamashita E.Cosmetic benefits of astaxanthin on humans subjects.Acta Biochim Pol. 2012;59(1):43-7. Epub 2012 Mar 17.
  5. Kumi Tominaga, Nobuko Hongo, Mayuko Fujishita, Yu Takahashi, and Yuki Adachi.Protective effects of astaxanthin on skin deterioration.J Clin Biochem Nutr. 2017 Jul; 61(1): 33–39.
  6. Nakagawa K1, Kiko T, Miyazawa T, Carpentero Burdeos G, Kimura F, Satoh A, Miyazawa T.Antioxidant effect of astaxanthin on phospholipid peroxidation in human erythrocytes.Br J Nutr. 2011 Jun;105(11):1563-71. doi: 10.1017/S0007114510005398. Epub 2011 Jan 31.
  7. Kowshik J, Baba AB, Giri H, Deepak Reddy G, Dixit M, Nagini S.Astaxanthin inhibits JAK/STAT-3 signaling to abrogate cell proliferation, invasion and angiogenesis in a hamster model of oral cancer. PloS one. 2014;9(10):e109114.
  8. Yoshida H, Yanai H, Ito K, Tomono Y, Koikeda T, Tsukahara H, et al. Administration of natural astaxanthin increases serum HDL-cholesterol and adiponectin in subjects with mild hyperlipidemia. Atherosclerosis. 2010 Apr;209(2):520-3. PubMed PMID: 19892350
  9. Fassett RG1, Coombes JS.Astaxanthin: a potential therapeutic agent in cardiovascular disease.Mar Drugs. 2011 Mar 21;9(3):447-65. doi: 10.3390/md9030447.
  10. Comhaire FH1, El Garem Y, Mahmoud A, Eertmans F, Schoonjans F.Combined conventional/antioxidant 'Astaxanthin' treatment for male infertility: a double blind, randomized trial. Asian J Androl. 2005 Sep;7(3):257-62.
  11. Comhaire FH, El Garem Y, Mahmoud A, Eertmans F, Schoonjans F. Combined conventional/antioxidant 'Astaxanthin' treatment for male infertility: a double blind, randomized trial. Asian journal of andrology. 2005 Sep;7(3):257-62.
  12. Park JS1, Chyun JH, Kim YK, Line LL, Chew BP.Astaxanthin decreased oxidative stress and inflammation and enhanced immune response in humans.Nutr Metab (Lond). 2010 Mar 5;7:18. doi: 10.1186/1743-7075-7-18.
  13. Earnest CP, Lupo M, White KM, Church TS. Effect of astaxanthin on cycling time trial performance. International journal of sports medicine. 2011 Nov;32(11):882-8.
Astaxantina
Gli antiossidanti sono tanti, ma nessuno è potente come l'astaxantina, che protegge tutte le cellule del corpo, riduce le rughe, le macchie dell'età e le lentiggini. Allo stesso tempo rafforza la vista, prot...

Prodotti consigliati

I vostri vantaggi

  • CONSEGNA GRATUITA

  • GARANZIA DI RIMBORSO VALIDA 100 GIORNI

  • RISPARMIA FINO AL 20%

    con i nostri sconti sulle quantità e il 5% di extra bonus

  • COMODO PAGAMENTO

    PayPal, Carta di credito, Addebito diretto

Cosa dicono di noi i nostri clienti

La nostra raccomandazione
Astaxanthin Royal

29,90 € *

Consegna GRATUITA

Maggiori informazioni